Comunità riesina nel web
Comunità riesina nel web
Home | Profilo | Registrati | Ultime discussioni | Utenti | Cerca | FAQ
Nickname:
Password:
Ricorda password
Dimenticato la Password?

 Tutti i Forum
 ASSOCIAZIONI CULTURALI
 GALLERIA VIRTUALE RIESIART
 Poeti riesini - Rosaria Carbone
 Forum Locked  Discussione bloccata
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Pagina successiva
Autore Discussione precedente Discussione Prossima discussione
Pagina: di 2

Ros

1493 Messaggi

Inviata - 05/05/2007 :  17:13:30  Visualizza il profilo  Scrivi una mail all'autore

POETI RIESINI

Pagina a cura della prof.ssa Rosaria Carbone


Ros

1493 Messaggi

Inviato - 05/05/2007 :  17:14:33  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

* *


Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 05/05/2007 :  17:15:55  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

**


Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 05/05/2007 :  17:17:07  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore


SPECIALE VOLANTINO INFORMATICO POETI IN ERBA


A cura della prof. Rosaria Carbone


Per consultare il volantino aprire questo link:


http://www.riesi.com/public/riesi/archivio/Upload/depositofile/volantinoare0107.doc


Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 05/05/2007 :  17:18:12  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

FOCUS...NOTIZIARIO RIESINO

NOTIZIE SU RIESI - di Delfina Butera
13/01/2007 - Fonte: Giornale di Sicilia


RIESI.(*debu*) Antonio Cavaleri, uno degli ultimi rimatori rimasti a Riesi si è classificato al quarto posto con la poesia dialettale “ Santa Barbara” nella sezione, “ Poesia in Lingua Siciliana” al 15° concorso “L’artigiano Poeta 2006” indetto dall’associazione siciliana poeti e scrittori. Antonio Cavaleri 73 anni, pensionato ed alunno modello del centro EDA, ha sempre dimostrato un’innata verve poetica che l’insegnante di lettere Rosaria Carbone ha cercato di mettere in risalto trascrivendo le sue poesie dialettali. Cavaleri pur avendo conseguito solo la seconda elementare riesce a creare e ricordare mentalmente, senza scriverle, le sue poesie. Anche se ha vissuto nella sua vita momenti bui, non ha mai perso la voglia di conoscere e imparare, tanto da frequentare il corso serale per conseguire la Licenza Media e tenere la mente in allenamento. Amato dagli insegnanti del centro, Cavaleri viene ritenuto un vero e proprio “archivio storico” poiché ricorda a memoria centinaia di versi.


Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 05/05/2007 :  17:19:20  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

POETA ANTONIO CAVALERI




La memoria inusitata di Antonino Cavaleri, conosciuto come Nino, porta gli ascoltatori a rivivere emozioni dimenticate, a scoprire angoli, usi e costumi di un tempo lontano nostalgicamente rivisitato con lo scandire dei suoi versi.
Antonino interpreta le sue liriche con forte pathos, un passato che ancora incanta, affondi memoriali, che nella piena maturità dei suoi anni, vibrano intensamente. In questa sua lirica, l’autore pone le sue radici nella tradizione religiosa e popolare per S. Barbara protettrice dei minatori.

Prof. Rosaria Carbone


***********

TITOLO

SANTA BARBARA



Sta Santa ca prucedi li minatura
è carni viva dintra a la pirrera.
L’aviu amurusa
sempri mura mura
a braccia aperti
e ‘ntesta na crucera.

Acchianu e scinnu ccu li me pinsera
comu scinnu lu sicchiu intra lu puzzu,
‘nchiusu mi paru dintra na galera
scanciu la notti sempri ppi matina.


La morti jè a d’usu na grattera
prestu s’attacca a li dulura
sbutta la carrica
e trona la pirrera
spinguli addiventanu li cori
La morti jè ppi tutti vulintera
‘mprima m’acchiappa
quannu arriva l’ura.

O Santa Barbara
bedda ‘nfacci e ‘ncori
tu ca patisti di na sipultura
pruteggimi cca d’intra
e anchi fora e tutti
li passi di li minatura.

ANTONINO CAVALERI



Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 11/05/2007 :  22:07:56  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

Concorso - Associazione siciliana poeti e scrittori



RIESI.(*debu*) Sono quattro i piccoli poeti segnalati nella sezione giovani poeti al 15° concorso “L’artigiano Poeta 2006” indetto dall’associazione siciliana poeti e scrittori. Primo posto per Salvatore Giambusso con “Notte Settembrina”, segnalate Ilenia Cosenza con “Fiore d’amore”, Brigitte Dalila Pistone con “ Malato di solitudine”, Flavia Veneziano con “ Mimì”. Altresì sono stati segnalati in altre sezioni Rosaria Carbone con “L’amore puro” Salvatore Valerio Riccobene con “Come foglie d’autunno”, Teresa L’Abbate con “Cori di Matri”.






POESIE DEL CONCORSO


PRIMO POSTO

NOTTE SETTEMBRINA

L’acqua risplende
sul tuo viso,
mentre una goccia
limpida sfiora la
tua mano,
con la speranza di
entrare fino in fondo
nel tuo cuore
per far riemergere tutti
i pensieri nascosti
chissà dove.
E mentre una notte
ruggente si avvicina
tu vuoi soltanto
esprimere il tuo ultimo
e solo pensiero
di speranza,
ormai impossibile,
ma in lontananza
riscopri che ciò
che cerchi è
in fondo al tuo cuore.

GIAMBUSSO SALVATORE

**********

POESIE SEGNALATE

MALATU DI SOLITUDINE

Passiava
ppi li strati di la cruci…
Vitti nna casa
allu centru
ddi la vaneddra.
M’avvicinaiu…
Signuri mia Misericurdiusi!
N’omu
mpurrutu
di solitudini c’era.
Mi lu carricaiu
ngruppa
e mmi inni iu…
Ncuminciaiu
Ad’ allisciallu
a pparrarci…
Chiu murtu ca vivu iera.
Ccu un filiddru di vuci mi dissi
-I sugnu murtu di solitudini.
Grazie pirchì mi dasti la vita.

PISTONE BRIGITTE DALILA

**********

FIORE D'AMORE

Al suon dell’imbrunire…ero…
stesa sul mio letto,
a pensare …
sui mali della terra se…
esiste realmente la pace nel mondo.
In un attimo,
sentii uno scoppio,
un fremito mi assalì…
Mi affacciai alla finestra e vidi…
vidi il cielo …
infuocato, torrido…
Tra gli alberi …
gli uccelli cercavan difesa
da quelle lingue di fuoco!
...che ormai eran già prominenti
nell’aria.
La terra inerte …
accoglieva impaurita
attonita, amareggiata.
I miei occhi urtarono
contro un raccapricciante paesaggio …
una casa …
ormai rasa al suolo da…
quelle atroci lingue di fuoco.
I pompieri, esausti, sorreggevano sulle braccia…
dei corpi …
acceduti
al sonno eterno…
Dov’eri pace?ti ricercavo!
ti cerco.
So che un giorno verrai,
non puoi essere rasa al suolo.
Perché la pace è un fiore pieno d’amore.
Per farla rinascere
basta coltivarla, cercarla e volerla
con tutto il cuore:
solo allora diventerà
un fiore d’amore.

Ilenia Cosenza

**********

Mimì

È una cosetta morbida
Acciambellata ai piedi del letto,
Mi fissa attenta
con lo sguardo d’ambra.

S’avvicina, sinuosa,
Avvolgendo le mie braccia
Col suo soffice pelo multicolore,
ronfa felice solleticandomi coi baffi.

Appoggia sulla mia mano il suo collo candido,
il suo musetto bianco ha una macchietta color caffè
che le dona un’aria vagamente imbronciata,
spunta da un visino metà nero e metà cappuccino.

Spesso mi accarezza il viso
con le sue zampine di velluto,
poi si distende mollemente,
sollecitando tante carezze.

È una micina normale
Ma il suo affetto la rende speciale,
E se per gli altri è solo una comune gattina
Per me è la mia principessina

FLAVIA MARIA VENEZIANO



Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 11/05/2007 :  22:09:37  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

PREMIO NAZIONALE DI POESIA “PARROCO DON SALVATORE VITALE”
ACCADEMIA NAZIONALE D’ARTE E CULTURA “IL ROMBO”
DOMENICA 29 APRILE 2007 SAN CIPRIANO D’AVERSA (CE)


PRIMO PREMIO PER ILENIA COSENZA



******************


CRITICA


Paura, tristezza e sgomento si mescolano nella lirica di Ilenia senza cadere nella rassegnazione razionale. La speranza trionfa volutamente: "so che un giorno verrai". La profondità espressa in questi versi da un’autrice di soli 12 anni pone il lettore ad una riflessione interiore: "la pace è un fiore pieno d’amore. Basta coltivarla, cercarla e volerla con tutto il cuore". Prof. Rosaria Carbone



**************


POESIA PREMIATA

TITOLO


Fiore d’amore

Al suon dell’imbrunire…
ero stesa sul mo letto, a pensare
sui mali della terra se…
esiste realmente la pace nel mondo.
In un attimo, sentii uno scoppio
un fremito mi assalì…
Mi affacciai alla finestra e vidi…
vidi il cielo …
infuocato, torrido…
Tra gli alberi …gli uccelli cercavan difesa
da quelle lingue di fuoco!
...che ormai eran già prominenti nell’aria
La terra inerte …accoglieva impaurita
attonita, amareggiata.
I miei occhi urtarono
contro un raccapricciante paesaggio … una casa…
ormai rasa al suolo da…
quelle atroci lingue di fuoco.
I pompieri, esausti, sorreggevano sulle braccia…
dei corpi … acceduti…
al sonno eterno…
Dov’eri pace? ti cercavo! ti cerco.
So che un giorno verrai,
non puoi essere rasa al suolo.
Perché la pace è un fiore pieno d’amore.
Per farla rinascere
basta coltivarla, cercarla e volerla
con tutto il cuore:
solo allora diverrà
un fiore d’amore.

Ilenia Cosenza

Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 10/06/2007 :  20:59:08  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

L’AME QUI REVE (pseudonimo di un giovane poeta riesino) esprime se stesso, le sue emozioni, il suo stupore, il suo pianto in particolari momenti di riflessione esistenziale. Le sue liriche, pregnate da profondi quanto struggenti significati, caricano l’introspettiva-psicologica dei toni, fino a divenire, metaforicamente, la forza e l’imponenza di essere solo una maschera pirandelliana.

Prof. Rosaria Carbone


L’ESSERE

rinnego me stesso,
l’essere diverso.
induco il mio io a perdersi nell’ignoto.
l’incalzare del divenire mi affanna.
mi creo un alibi di essere perfetto.
Credo nell’apparire che diventa essere,
spero nell’intervento del cuore
rigetto l’aiuto della mente.
Vivere è non esistere
amare è soffrire.
sento il mio cuore morire ,
ammiro un’istantanea della mia vita
lei va ,
io resto.
Come può un uccello librarsi in volo , senza le ali,
un firmamento esistere senza astri,
un cuore senza sangue,
una fiamma senza calore,
io senza te.
lavo il mio dolore nell’istante in cui tu mia hai reso
eterno.



REALE ED IRREALE


Vittima di una crudele verità,
il bagliore di una luce illumina la mia notte
un tramonto colora di rosso i tuoi lineamenti.
nei tuoi occhi la rugiada del mattino
e nel tuo cuore, il tormento di un amore.
L'apparire vittima e carnefice di me stesso, mi rende forte;
e intanto stormi di corvi
all'orizzonte, cullano la mia anima.
Il velo di maya, ormai svelato
mi trascina in un lento lamento,
disillusione nei miei occhi,
segni di mera crudeltà sulle mie membra.
La presenza profuma di assenza,
il pensare mi rende sicuro che la morte non mi ha ancora colto,
la mia razionalità mi rende capace
di ricercare il mio piacere.
Lo scrupoloso rimorso si insedia nel mio petto;
crea mi hanno detto,
vivi senza difetto,
cresci nel profondo rispetto
e ascolta ciò che batte nel tuo petto.
Impervio il baratro in cui mi ritrovo,
inutile il mio pianto;
dolore più non provo
mentre ormai di thanatos ascolto il canto.


L’AME QUI REVE


Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 25/06/2007 :  16:17:03  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

Plausi per i ragazzi Riesini a Milena

L’Istituto Comprensivo Statale “G. Paolo II” con la collaborazione dell’associazione culturale “Il Gattopardo”, ha conferito il 7 giugno 2007 presso l’aula consiliare del comune di Milena, il PRIMO PREMIO per la poesia RESUREZIONE di Pietro Rampanti e una MENZIONE di MERITO per la poesia ANNA FRANK di Mauro Giambusso.
Entrambe le poesie, dai candidi versi, velate da un’ombra di malinconia, regalano ai lettori una forte ed intensa carica di speranza nell’una... “vorrei rinascere per ricominciare a vivere e scrivere con gioia il primo capitolo della mia nuova vita”...(Resurrezione); ed un profondo insegnamento di vita nell’altra... ”E a noi bambini, ogni giorno, insegni che non c’è cosa più bella dell’amore.” (Anna Frank)

prof. Rosaria Carbone

************************************


Resurrezione

Vorrei morire adesso
solo per un momento.
Poi vorrei rinascere per…
ricominciare…
per non sentire più dolore.

Vorrei fuggire dai ricordi incancellabili
di momenti vissuti da cui non puoi scappare.

Ricordi che mi fanno pensare
di aver finito la vita
prima di averla iniziata.

Vorrei rinascere per ricominciare a vivere
e non ripetere più gli stessi errori
vorrei rinascere per ricominciare a vivere
e scrivere con gioia il primo capitolo della mia nuova vita.

Pietro Rampanti

Classe 2^ C IST. COMPR. “CARDUCCI” RIESI

*****************************************
Anna Frank

Anna,
dolce ragazza
che hai trascorso
tre anni nascosta.
Tu,
con il tuo entusiasmo,
con la tua voglia di vivere…
chiusa in una soffitta,
solo un diario,
per amico…
Tu,
bambina ebrea,
perseguitata dalla cattiveria dell’uomo,
uccisa per razza diversa,
non hai avuto giocattoli nuovi
non hai spento
le candeline sulla
torta di compleanno…
Oggi tutto è finito
Il mondo sorride,
libero è l’uomo
di credere in ciò che vuole.
Ma non dimentica ciò che è stato
grazie a te e al tuo caro amico diario,
che vale più dell’oro.
E a noi bambini, ogni giorno, insegni
che non c’è cosa più bella
dell’amore.

MAURO GIAMBUSSO

CLASSE 1^ A IST. COMPR. “CARDUCCI” RIESI



Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 29/06/2007 :  19:24:45  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
La Sicilia venerdì 29 giugno - Caltanissetta provincia


Concorso di poesia a Milena ecco i vincitori e tutti i premiati

Milena. Cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso di poesia "Resurrezione", presso la sala delle conferenze "Falcone-Borsellino" della biblioteca comunale, alla presenza del sindaco, Giovanni Randazzo, del dirigente scolastico, Vincenzo Nicastro, dell'arciprete Salvatore Pignatone e dei genitori dei concorrenti.
Il primo classificato, a cui è andata una coppa, è stato Pietro Rampanti dell'Istituto comprensivo di Riesi, per la poesia "Resurrezione". Al Secondo posto, premiato conn una targa si è piazzato Paolo di Francesco dell'Istituto comprensivo di Sutera con la poesia" Inferno e Paradiso". Terzo Salvatore Lo Burgio dell'Istituto comprensivo di Campofranco-Sutera per la poesia "Potenza dell'amore", anche a lui una targa. Menzioni hanno ricevuto: Silvia Mazzara per "Grazie ad amico", Diletta Schillaci, per "Semplicemente un tramonto", Clara Bordenca per "Il fango e il cielo"a Michele Salamone per "L'anima".
E' stata segnalata la poesia "Se qualche volta" creata da un gruppo il cui leader è Salvatore Caltagirone. Questo gruppo di ragazzi frequenta l'Istituto comprensivo di Sutera- Campofranco. Altre segnalazioni sono andate a Mauro Giammusso, per "Anna Frank", a Salvatore Granvillano per "La resurrezione di Gesù" entrambi del comprensivo "G.Carducci" di Riesi. Del comprensivo di Milena e Montedoro sono stai segnalati: Marta Mulè per "Vorrei", Carmelo Lo Sardo per "Un mondo nuovo"ed Erica Salvo per "L'alba". Ai partecipanti sono stati rilasciati attestati .
Il concorso era stato indetto dall'Istituto "Giovanni Paolo II" e dall'associazione culturale "Il Gattopardo", sul tema "LaResurrezione" ed è stato inserito nel progetto "Prossimamente poeti". Nota innovativa del concorso, l'uso esclusivo della posta elettronica. Il concorso è stato caldeggiato dal dott. Paolo Tona, promotore del primo concorso di poesia on line, realizzatosi nella scorsa estate. Rosetta Bonomo


Poesie premiate pagina sopra


Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 14/07/2007 :  13:46:02  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

* *
Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 02/11/2007 :  18:11:43  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

25/09/2007 RIESI.(*debu*)


Il cuore può essere avvolto dal freddo anche in estate, quando il sole rovente pizzica la pelle. È proprio in un giorno d’estate che la mente di Zoran Vracaric, 38 anni si lascia cullare dai ricordi per un mondo che non c’è più e scrive “Hlando Ljeti”(Freddo in Estate).Con l’emozionante poesia ha vinto il primo premio assoluto, su 1237 opere partecipanti, del concorso “Poesia, prosa e arti figurative” indetto dall’Accademia Internazionale il Convivio. La verve poetica di Zoran è stata scoperta dall’insegnante Rosaria Carbone del centro Eda. “La poesia nasce in un estate quando restavo solo in centro e gli altri ragazzi tornavano a casa– racconta Zoran- avevo nostalgia della mia ma non potevo andarci, pensavo però che non avrei più trovato la mia Jugoslavia ma tanti stati,lacerati dalle ferite della guerra che ha cancellato la multiculturalità”. Zoran è un croato e da anni vive a Riesi. Nasce a Dubrovinik da papà serbo e da mamma croata ed e vive nell’ex Jugoslavia sin quando non è scoppia la guerra. La tragedia entra in ogni casa, non risparmiando nessuno. Esplode la guerra, si chiudono le frontiere ed il primo quartiere ad essere bombardato è il suo. Lui si trova in Serbia con il padre e la madre, mentre in Croazia, il fratello ed il nonno riescono a sopravvivere agli spari. Zoran e la madre decidono di raggiungerli. Scendendo dalla nave viene fermato dalla polizia che gli intima di arruolarsi. Ma lui ha già deciso, non farà mai la guerra né ad un croato né ad un serbo. Scappa e con un permesso di soggiorno raggiunge l’Italia.Per perfezionare l’italiano si reca con altri ragazzi a Riesi nel 1996, presso il Servizio Cristiano valdese “Monte degli Ulivi”.Il permesso di soggiorno scade e Zoran ottiene quello umanitario facendo domanda per l’asilo politico. Assunto come giardiniere al servizio cristiano è ormai un riesino che ha tanti amici. Da tempo ha richiesto la cittadinanza italiana. “Il mio sogno è quello di ottenere la cittadinanza per poter tornare a casa- conclude Zoran- formarmi una famiglia e che non ci siano più guerre nel mondo”.

Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 23/01/2008 :  20:50:36  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

**



Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 02/03/2008 :  10:34:42  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

**
Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 02/03/2008 :  10:38:38  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

**
Vai in alto alla pagina
Pagina: di 2 Discussione precedente Discussione Prossima discussione  
Pagina successiva
 Forum Locked  Discussione bloccata
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Salta a:
Comunità riesina nel web © 2000-02 Snitz Communications Vai in alto alla pagina
Snitz Forums 2000

Tradotto in italiano, modificato, testato, adattato e migliorato da:

Un clic qui x visitare il sito web