Comunità riesina nel web
Comunità riesina nel web
Home | Profilo | Registrati | Ultime discussioni | Utenti | Cerca | FAQ
Nickname:
Password:
Ricorda password
Dimenticato la Password?

 Tutti i Forum
 ASSOCIAZIONI CULTURALI
 ARE
 Iniziativa - Salvatore Buttiglieri
 Forum Locked
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Autore Discussione precedente Discussione Prossima discussione  

Ros

1493 Messaggi

Inviata - 05/06/2008 :  17:28:51  Visualizza il profilo  Scrivi una mail all'autore
INIZIATIVA SOCIO ARE - SALVATORE BUTTIGLIERI

Lettera spedita all'Istituto Italiano di Cultura di Helsinki (Finlandia).


Helsinki, 6 giugno 2008
Wanda Grillo
Istituto Italiano di Cultura
Vuorimiehenkatu 11 b


Oggetto: www.riesi.com - realtà culturale

Gentile dott.ssa Wanda Grillo,
sono Salvatore Buttiglieri, italiano di Riesi (prov. Caltanissetta) residente in Finlandia dal 1996.

Con la presente Le vorrei segnalare il sito internet www.riesi.com , ideato e realizzato nel mese di agosto 1998 dal sig. Giuseppe Ferro.

Questo sito rappresenta un importante punto di riferimento per tutti i riesini, sia i residenti in Italia che all’estero, perché li tiene aggiornati su ciò che accade nella propria città e, allo stesso tempo, attraverso il forum, li riunisce anche se lontani.

Attualmente la media di accessi giornalieri sul sito è di circa 5000 contatti (v. allegato n.2) ed è stato creato con l’intento di dare ai riesini la possibilità di incontrarsi, sia virtualmente che realmente, per conoscersi e/o discutere di argomenti riguardanti sia il proprio paese che i Paesi nei quali molti sono emigrati. In questo modo avviene uno scambio interculturale sempre utile al miglioramento sia personale che sociale.

Per i motivi suesposti chiedo gentilmente un "Riconoscimento Culturale al Portale Cittá di Riesi" da parte di codesto Istituto.

Le invio inoltre in allegato alcune delle pagine iniziali del sito, una relazione del prof. Rosario Riggio su alcune attività culturali e una relazione del sig. Salvatore Granata sull’Eredità Immateriale la Santa Cruci Riesina, con copia Registrazione della Regione Sicilia -REI.

Cordialmente
Salvatore Buttiglieri

lontano

285 Messaggi

Inviato - 05/06/2008 :  23:11:32  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
Complimenti sinceri.


Se non é una "Grillata"....Chapeau!!!!!

lontano
Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 06/06/2008 :  14:54:53  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

Carissimo Nico,

non è una "grillata", ma una idea di Salvatore che vuole piantare un piccolo seme di Sicilia in Finlanndia.

Le stesse cose sono state richieste al Comune di Riesi all'incirca tre, quattro e forse più anni. Magari arriva una risposta, prima dalla Finlanndia... e poi dal nostro Comune.

Basta non demordere: ripresenteremo la stessa richiesta a breve.

Rosario Riggio
Vai in alto alla pagina

lontano

285 Messaggi

Inviato - 06/06/2008 :  15:47:39  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
Magnifico,ecco perche' riconfermo i complimenti a Salvatore.
A presto ,ciao

lontano
Vai in alto alla pagina

sb

771 Messaggi

Inviato - 06/06/2008 :  18:43:37  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
X Lontano:

grazie per i complimenti.



salvatore buttiglieri
Vai in alto alla pagina

lontano

285 Messaggi

Inviato - 06/06/2008 :  22:12:05  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
X sb
Farti i complimenti per quello che hai scritto fino adesso sul nostro forum é un dovere,per me naturalmente,piu' leggo e piu' mi accorgo che scrivere é un "potere".Non ti conosco,ma hai sicuramente di che insegnare e trasmettere,ti auguro tantissime belle cose.



nb:
Il riferimento alla "grillata" (x Ros) non era altro che una umile battuta per quando riguarda Wanda "GRILLO",niente di altro.
Saluti a tutti

lontano
Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 07/06/2008 :  13:31:57  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

Carissimo Nico,

"grillata" o non "grillata", l'importante è che l'iniziativa di Salvatore dia dei frutti.

Rosario Riggio
Vai in alto alla pagina

sb

771 Messaggi

Inviato - 16/06/2008 :  22:39:44  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

INIZIATIVA SOCIO ARE - SALVATORE BUTTIGLIERI

Lettera spedita all'Istituto Italiano di Cultura di Helsinki (Finlandia).


Helsinki, 6 giugno 2008
Wanda Grillo
Istituto Italiano di Cultura
Vuorimiehenkatu 11 b


Oggetto: www.riesi.com - realtà culturale

Gentile dott.ssa Wanda Grillo,
sono Salvatore Buttiglieri, italiano di Riesi (prov. Caltanissetta) residente in Finlandia dal 1996.

Con la presente Le vorrei segnalare il sito internet www.riesi.com , ideato e realizzato nel mese di agosto 1998 dal sig. Giuseppe Ferro.

Questo sito rappresenta un importante punto di riferimento per tutti i riesini, sia i residenti in Italia che all’estero, perché li tiene aggiornati su ciò che accade nella propria città e, allo stesso tempo, attraverso il forum, li riunisce anche se lontani.

Attualmente la media di accessi giornalieri sul sito è di circa 5000 contatti (v. allegato n.2) ed è stato creato con l’intento di dare ai riesini la possibilità di incontrarsi, sia virtualmente che realmente, per conoscersi e/o discutere di argomenti riguardanti sia il proprio paese che i Paesi nei quali molti sono emigrati. In questo modo avviene uno scambio interculturale sempre utile al miglioramento sia personale che sociale.

Per i motivi suesposti chiedo gentilmente un "Riconoscimento Culturale al Portale Cittá di Riesi" da parte di codesto Istituto.

Le invio inoltre in allegato alcune delle pagine iniziali del sito, una relazione del prof. Rosario Riggio su alcune attività culturali e una relazione del sig. Salvatore Granata sull’Eredità Immateriale la Santa Cruci Riesina, con copia Registrazione della Regione Sicilia -REI.

Cordialmente
Salvatore Buttiglieri


Prima relazione allegata alla lettera per Istituto Italiano

RiesiArt

La Galleria Virtuale RiesiArt - http://www.riesi.com/forumriesi/forum.asp?FORUM_ID=18 - nasce per valorizzare gli Artisti riesini e non solo, attraverso la contaminazione dei generi artistici: scrittura, poesia, pittura, scultura, canto, racconti, moda, eccetera.
Ai riesini, da molto tempo, viene riconosciuto il “Senso dell'Arte” sia in termini storici che moderni, e per questo il paese potrebbe essere definito: “RIESI PAESE D’ARTISTI".
La Galleria Virtuale RiesiArt, rappresenta una ricerca culturale per mettere in evidenza la valenza artistica di un paese di quella Sicilia ricca di storia ed esperienze umane, che la rendono affascinante per la ricerca di esperienze antropologiche, attraverso le tradizioni popolari espresse principalmente attraverso i riti religiosi, e le espressioni artistiche storiche e contemporanee.
Il “Senso dell'Arte” dei riesini può essere considerato un aspetto storico peculiare e di conseguenza IDENTITARIO, quindi da preservare, sviluppare e far conoscere.
Il valore degli artisti storici è importante per evidenziare l’IDENTITÀ artistica dei riesini, e allo stesso tempo sviluppare l’arte contemporanea, prospera e manifesta, nell’ambito delle diverse arti: l’aspetto IDENTITARIO che continua nel tempo.
Riesi è un paese prettamente agricolo, con agricoltura di qualità crescente, mentre storicamente l’industria dello zolfo è stata il fulcro economico e sociale, come del resto per buona parte della Provincia di Caltanissetta. Il futuro Parco Minerario della miniera Trabia - Tallarita - archeologia industriale - della Valle del Salso che interessa il territorio del comune di Riesi e di altri comuni della provincia nissena, è testimonianza e allo stesso tempo opportunità di sviluppo.
La Specificità Riesina – il “Senso dell’Arte” – deve inserirsi nel contesto del futuro Parco Minerario; dello sviluppo dell’agricoltura di qualità; del territorio caratterizzato dalla presenza della necropoli sicu-lo/sicana e da monti caratteristici; della crescente espansione infrastrutturale a fini turistici lungo la Costa Licata-Gela
I riesini manifestato carattere artistico nel tempo e in modo trasversale. Temporalità e trasversalità che si manifesta per le diverse arti (pittura, scultura, poesia, scrittura, canto, moda, eccetera) e a vari livelli (dal locale al nazionale/internazionale).

Prof. Rosario Riggio


Seconda relazione allegata alla lettera Istituto Italiano


Iscrizione al Registro delle Eredità Immateriali del canto popolare della
Settimana Santa riesina la “Santa Cruci”.

I riti della Settimana Santa risalgono ad una data remota che si aggira intorno al 1638, prima ancora che i Feudi di Riesi e Cipolla diventassero comune; infatti, il Barone Altariva, fondatore della città, ottenne la licenza di popolare le sue terre nel 1647, data in cui nacque Riesi che proprio quest’anno compie il 360° anniversario della sua fondazione.
Ad organizzare gli eventi festivi, nei primi secoli, furono le confraternite laicali che ebbero un ruolo importantissimo anche nella vita sociale del paese. Alcuni documenti attestano che le confraternite avevano il diritto di officiare la solenne processione del Signore deposto dalla Croce, il Venerdì Santo, e la giunta della Domenica di Pasqua tra la Madonna e il Cristo risorto. Sempre nello stesso periodo intorno al 1747, un veto vescovile obbligava i confrati di concludere le processioni prima della mezzanotte; il che dimostra che prima di allora le processioni terminavano a notte inoltrata.
Nei primi anni del XIX secolo inizia l’attività mineraria. Riesi, in pochi anni, divenne il uno dei centri zolfieri più importanti di tutta la Sicilia e uno dei paesi più grandi della provincia di Caltanissetta. Nasce una nuova categoria di lavoratori, gli zolfatai. Oramai numerosi e caratterizzatesi come nuovo ceto sociale, incominciarono ad occuparsi dei riti della Settimana Santa. Essi diedero alla festa una nuova identità e fecero del Venerdì Santo la loro giornata, dimostrato anche dalla chiusura dell’attività mineraria (unico caso sinora riscontrato in tutta la Sicilia).
La Settimana Santa riesina, come molte altre in Sicilia, è molto complessa e presenta delle particolarità che rispecchiano la struttura sociale locale, usi e costumi radicati nel tempo che si protraggono sino ad oggi, segno di un forte attaccamento ad un passato percepito come ancora vicino. All’interno dei riti della Settimana Santa, una volta si eseguivano i canti detti lamenti, lamintanze, ladate o ancora larate, che a Riesi vengono chiamati con il termine Santa Cruci.
Questo canto è simile ad altri repertori siciliani e si basa sugli accordi tonali dei canti liturgici o gregoriani o, come spiega Macchiarella, sulla tecnica del falsobordone.
Negli anni recenti soltanto in poche occasioni abbiamo assistito all’esibizione degli ultimi laudatanti rimasti. La poca attenzione mostrata dagli storici locali, un’inadeguata politica mirante alla tutela e alla valorizzazione, nonché un “normale” ricambio generazionale, hanno impedito una certa continuità, con il reale rischio di estinzione.
La ricerca effettuata in questi anni, ci ha permesso non solo di comprendere meglio l’importanza del canto all’interno del contesto festivo, ma anche in quello sociale. Infatti, i canti, così come altre espressioni locali, divennero elementi importanti per ostentare l’appartenenza ad un dato ceto o ad una categoria di lavoratori. Proprio nei lamenti questa cosa si evince ancor più, dimostrato anche dalle diverse denominazioni che ha assunto il canto nel corso dei secoli: parrinisca, (alla maniera dei preti), a lu latinu, (alla maniera di contadini ), e la surfarara ( alla maniera degli zolfatai). Tutti e tre i modi, anche se conservano la stessa struttura, sono diversi l’uno dall’altro. Proprio per queste peculiarità e per l’importanza storico-culturale e sociale, dopo un’attenta ricerca, abbiamo ritenuto opportuno dare la meritata attenzione ad una delle componenti sonore più importanti della tradizione orale riesina.
Tenendo conto che le leggi 80/77 e 116/80 riconoscono i beni etnoantropologici, oggi considerati beni immateriali, fra quelli soggetti a tutela e forniscono alle popolazioni il senso della loro identità e continuità, e la loro salvaguardia promuove sostanzia e sviluppa la diversità culturale; abbiamo deciso di fare richiesta alla commissione REI per l’iscrizione del bene al Registro delle Eredità Immateriali. Nella seduta del 26 gennaio C. A. la commissione REI ha accettato la nostra richiesta e ha iscritto nel registro delle Celebrazioni il canto popolare della Settimana Santa, la Santa Cruci (si tratta del primo canto, legato alla tradizione dei Misteri, di tutta la Sicilia e del quarto bene della provincia nissena).
Un riconoscimento così importante al nostro canto non deve essere visto come un punto di arrivo, ma, bensì, come punto di partenza per la ri-appropriazione della memoria storica del nostro paese e della nostra identità culturale per consegnarlo alle generazioni future.
C’è un patrimonio storico locale, fino ad oggi poco valorizzato, che costituisce una potenziale risorsa. Riesi è uno dei comuni che ha una storia relativamente recente, fondato nel 1647, non ha un vero e proprio patrimonio culturale tangibile, castelli o monumenti ecc. Invece, esiste un patrimonio di Beni Immateriali, importanti per la nostra identità a cui può essere rivolta una particolare attenzione. Auspico che il lavoro svolto dia nuovi stimoli ai riesini verso la riscoperta delle proprie tradizioni, ma, soprattutto, che non rimanga momentaneo e che divenga un costante stimolo di partecipazione popolare attiva atto a garantire la salvaguardia e la continuità di un patrimonio culturale importante per la nostra collettività.
Sarebbe importante incoraggiare e sollecitare gli ultimi laudatani affinché promuovano iniziative mirate alla ricomposizione delle squadre di lamentatori e alla fondazione di una scuola per aspiranti cantori con lo scopo di mantenere viva la tradizione.

Salvatore Granata

Vai in alto alla pagina

Ros

1493 Messaggi

Inviato - 26/06/2008 :  15:47:59  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

Giornale di Sicilia 19-6-2008

RIESI.(*debu*) Un riconoscimento culturale al “Portale Cittá di Riesi". È la richiesta che il riesino Salvatore Buttiglieri ha avanzato all’ Istituto Italiano di Cultura della Finlandia. Il socio dell’Are (Associazione riesini emigrati) che vive dal 1996 nel paese nordico ha segnalato il sito internet www.riesi.com, ideato e realizzato nel mese di agosto 1998 da Giuseppe Ferro. “Questo sito – spiega nella nota Buttiglieri - rappresenta un importante punto di riferimento per tutti i riesini, sia i residenti in Italia che all’estero, perché li tiene aggiornati su ciò che accade nella propria città e, allo stesso tempo, attraverso il forum, li riunisce anche se lontani.
Vai in alto alla pagina

sb

771 Messaggi

Inviato - 02/07/2008 :  21:42:25  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
Lettera Istituto Italiano di Cultura

RISPOSTA




Portale Cittá di Riesi
Martedì 24 giugno 2008, 11:52
Da:
"Direttore" <direttore.iichelsinki@esteri.it>
A:
buttiglierisalvatore@yahoo.it

Gentile Signor Salvatore Buttiglieri,

rispondo alla sua cortese lettera del 6 giugno 2008 in cui mi segnala il sito www.riesi.com. Concordo con lei sull'importanza degli attuali mezzi di comunicazione che rendono possibile a qualsiasi latitudine aggiornarsi e stabilire oltre che mantenere contatti.
Viviamo ormai nel cosiddetto villaggio globale e grazie anche ai portali ogni informazioni viene fornita in tempo reale.
In merito alla sua richiesta di " riconoscimento culturale al portale cittá di Riesi", devo informarla che concedere tale tipologia di riconoscimenti non è di competenza di questo Istituto.
La ringrazio per l'attenzione.

Cordialmente
Wanda Grillo

----------------------------------
dr.Wanda Grillo
Direttore
Istituto Italiano di Cultura
Vuorimiehenkatu 11 B (PL 127)
00140 Helsinki, Finlandia
tel. +358-9-6811 330
fax +358-9-6811 3333
direttore.iichelsinki@esteri.it
www.iichelsinki.esteri.it


salvatore buttiglieri

*********************

Carissimo Salvatore, non demordere. La tua iniziativa merita ulteriore impegno magari attraverso altre forme.

Saluti

Per l'associazione

Giuseppe Riggio
Vai in alto alla pagina
  Discussione precedente Discussione Prossima discussione  
 Forum Locked
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Salta a:
Comunità riesina nel web © 2000-02 Snitz Communications Vai in alto alla pagina
Snitz Forums 2000

Tradotto in italiano, modificato, testato, adattato e migliorato da:

Un clic qui x visitare il sito web