Comunità riesina nel web
Comunità riesina nel web
Home | Profilo | Registrati | Ultime discussioni | Utenti | Cerca | FAQ
Nickname:
Password:
Ricorda password
Dimenticato la Password?

 Tutti i Forum
 ARCHIVI
 DISCUSSIONI IN PIAZZA - 2008
 Calcio
 Forum Locked  Discussione bloccata
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Pagina precedente | Pagina successiva
Autore Discussione precedente Discussione Prossima discussione
Pagina: di 43

nessuno570

189 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  11:05:00  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
PER LA PAR CONDICIO UN PICCOLO ELENCO DA LEGGERE CON ATTENZIONE..

1910 (SPAREGGIO TRUCCATO)
Nel 1910 successe che la Federazione (casualmente...) scelse, in prima istanza, una data per la finale scudetto Pro Vercelli-Inter.
Guarda caso in quella data tutta la squadra titolare della Pro Vercelli era già impegnata con la Nazionale Militare.
La Pro Vercelli chiese quindi ovviamente lo spostamento della finale scudetto.
La Federazione rispose che a loro andava bene se anche l'Inter avesse accettato.
L'Inter, scandalosamente, RISPOSE DI NO e la Federazione non esitò a mantenere la data stabilita, del tutto inadeguata.
La Pro Vercelli, giustamente indignata per questo gesto vergognoso, mandò in campo la 4a squadra (i bambini di 11 anni!!!!).
L'Inter vinse la partita 10-3 (riuscendo però a prendere 3 gol dai bambini!!) e vinse in questo modo il suo primo scudetto.
Tra il primo e l'ultimo cambiano i metodi, non cambiano le furbate.

1922 (SALVEZZA A TAVOLINO)
Nel 1922 l'Inter arriva ultima, meno punti di tutti, meno gol fatti e più gol subiti.
A fine campionato si decide che invece di far salire le squadre che ne hanno diritto bisogna fare i play-out.
Non basta.
All'Inter viene data come avversario l'Alta Italia, squadra però già fallita da settimane, per cui vince gli scontri diretti a tavolino!

1961 SCARSA SPORTIVITA’
Nel 1961 l’Inter protesta perchè la partita Juve-Inter viene fatta ripetere anzichè essere assegnata all’Inter a tavolino per sfondamento delle recinzioni del pubblico che stava troppo stretto e si era portato a bordo campo.
Quando viene disputato il recupero della partita (ultima di quel campionato) l’Inter aveva già perso lo scudetto in quanto era a 3 punti dalla Juve capolista (una vittoria valeva 2 punti).
Allora molto sportivamente e con il solito seguito di lacrime manda in campo la squadra primavera e perde 9-1!

1960-1968 INIZIAMO CON IL PERIODO "HERRERA- MORATTI SENIOR"
Al tempo delle dichiarazioni di Ferruccio Mazzola Facchetti non era ancora morto.

PILLOLE NEL CAFFE'
Che Herrera dava ai giocatori.
Molti dei quali sono morti.
Un ex, Ferruccio Mazzola, racconta il doping della Grande Inter.
E chiama in aula tutti i campioni di allora.

Sono campioni che hanno fatto la storia del calcio italiano quelli che passeranno, uno dopo l'altro, in un'aula del tribunale di Roma a parlare di doping. Come Giacinto Facchetti, splendido terzino sinistro e oggi presidente dell'Inter; o come Sandro Mazzola, Mariolino Corso, Luis Suarez. E ancora: Tarcisio Burnich, Gianfranco Bedin, Angelo Domenghini, Aristide Guarneri. Tutti chiamati a testimoniare da un loro compagno di squadra di allora, Ferruccio Mazzola, fratello minore di Sandro, che vuole sentire dalla loro voce - e sotto giuramento - la verità su quella Grande Inter che negli anni '60 vinse in Italia e nel mondo. "Non l'ho cercato io, questo processo: mi ci hanno tirato dentro. Ma adesso deve venire fuori tutto", dice Ferruccio.

A che cosa si riferisce, Mazzola?

"Sono stato in quell'Inter anch'io, anche se ho giocato poco come titolare. Ho vissuto in prima persona le pratiche a cui erano sottoposti i calciatori. Ho visto l'allenatore, Helenio Herrera, che dava le pasticche da mettere sotto la lingua. Le sperimentava sulle riserve (io ero spesso tra quelle) e poi le dava anche ai titolari. Qualcuno le prendeva, qualcuno le sputava di nascosto. Fu mio fratello Sandro a dirmi: se non vuoi mandarla giù, vai in bagno e buttala via. Così facevano in molti. Poi però un giorno Herrera si accorse che le sputavamo, allora si mise a scioglierle nel caffè.
Da quel giorno 'il caffè' di Herrera divenne una prassi all'Inter".

Cosa c'era in quelle pasticche?
"Con certezza non lo so, ma credo fossero anfetamine. Una volta dopo quel caffè, era un Como-Inter del 1967, sono stato tre giorni e tre notti in uno stato di allucinazione totale, come un epilettico. Oggi tutti negano, incredibilmente. Perfino Sandro...".

Suo fratello?
"Sì. Sandro e io, da quando ho deciso di tirare fuori questa storia, non ci parliamo più. Lui dice che i panni sporchi si lavano in famiglia. Io invece credo che sia giusto dirle queste cose, anche per i miei compagni di allora che si sono ammalati e magari ci hanno lasciato la pelle. Tanti, troppi...".

A chi si riferisce?
"Il primo è stato Armando Picchi, il capitano di quella squadra, morto a 36 anni di tumore alla colonna vertebrale. Poi è stato il turno di Marcello Giusti, che giocava nelle riserve, ucciso da un cancro al cervello alla fine degli anni '90. Carlo Tagnin, uno che le pasticche non le rifiutava mai perché non era un fuoriclasse e voleva allungarsi la carriera correndo come un ragazzino, è morto di osteosarcoma nel 2000. Mauro Bicicli se n'è andato nel 2001 per un tumore al fegato.
Ferdinando Miniussi, il portiere di riserva, è morto nel 2002 per una cirrosi epatica evoluta da epatite C.
Enea Masiero, all'Inter tra il '55 e il '64, sta facendo la chemioterapia. Pino Longoni, che è passato per le giovanili dell'Inter prima di andare alla Fiorentina, ha una vas*******patia ed è su una sedia a rotelle, senza speranze di guarigione...".

A parte Picchi e forse Tagnin, gli altri sono nomi meno noti rispetto ai grandi campioni.
"Perché le riserve ne prendevano di più, di quelle pasticchette bianche. Gliel'ho detto, noi panchinari facevamo da cavie. Ne ho parlato per la prima volta qualche mese fa nella mia autobiografia ('Il terzo incomodo', scritto con Fabrizio Càlzia, Bradipolibri 2004, ndr), che ha portato al processo di Roma".

Perché?
"Perché dopo la pubblicazione di quel libro mi è arrivata la querela per diffamazione firmata da Facchetti, nella sua qualità di presidente dell'Inter. Vogliono andare davanti al giudice? Benissimo: il 19 novembre ci sarà la seconda udienza e chiederemo che tutti i giocatori della squadra di allora, intendo dire quelli che sono ancora vivi, vengano in tribunale a testimoniare. Voglio vedere se sotto giuramento avranno il coraggio di non dire la verità".

Ma lei di Facchetti non era amico?
"Sì, ma lasciamo perdere Facchetti, non voglio dire niente su di lui. Sarebbero cose troppo pesanti".

Pensa che dal dibattimento uscirà un'immagine diversa dell'Inter vincente di quegli anni?
"Non lo so, non mi interessa. Se avessi voluto davvero fare del male all'Inter, in quel libro avrei scritto anche tante altre cose. Avrei parlato delle partite truccate e degli arbitri comprati, specie nelle coppe. Invece ho lasciato perdere...".

Ma era solo nell'Inter che ci si dopava in quegli anni?
"Certo che no. Io sono stato anche nella Fiorentina e nella Lazio, quindi posso parlare direttamente anche di quelle esperienze. A Firenze, il sabato mattina, passavano o il massaggiatore o il medico sociale e ci facevano fare delle flebo, le stesse di cui parlava Bruno Beatrice a sua moglie. Io ero in camera con Giancarlo De Sisti e le prendevamo insieme. Non che fossero obbligatorie, ma chi non le prendeva poi difficilmente giocava. Di quella squadra, ormai si sa, oltre a Bruno Beatrice sono morti Ugo Ferrante (arresto cardiaco nel 2003) e Nello Saltutti (carcinoma nel 2004). Altri hanno avuto malattie gravissime, come Mimmo Caso, Massimo Mattolini, lo stesso De Sisti...".

De Sisti smentisce di essersi dopato.
"'Picchio' in televisione dice una cosa, quando siamo fuori insieme a fumare una sigaretta ne dice un'altra...".

E alla Lazio?
"Lì ci davano il Villescon, un farmaco che non faceva sentire la fatica. Arrivava direttamente dalla farmacia. Roba che ti faceva andare come un treno".

Altre squadre?
"Quando Herrera passò alla Roma, portò gli stessi metodi che aveva usato all'Inter. Di che cosa pensa che sia morto il centravanti giallorosso Giuliano Taccola, a 26 anni, durante una trasferta a Cagliari, nel 1969?".

Ma secondo lei perché ancora adesso nessuno parlerebbe? Ormai sono - siete - tutti uomini di sessant'anni...
"Quelli che stanno ancora nel calcio non vogliono esporsi, hanno paura di rimanere tagliati fuori dal giro. Sono tutti legati a un sistema, non vogliono perdere i loro privilegi, andare in tv, e così via. Prenda mio fratello: è stato trattato malissimo dall'Inter, l'hanno cacciato via in una maniera orrenda e gli hanno perfino tolto la tessera onoraria per entrare a San Siro, ma lui ha lo stesso paura di inimicarsi i dirigenti nerazzurri e ne parla sempre benissimo in tv. Mariolino Corso, uno che pure ha avuto gravi problemi cardiaci proprio per quelle pasticchette, va in giro a dire che non mi conosce nemmeno. Anche Angelillo, che è stato malissimo al cuore, non vuole dire niente: sa, lui lavora ancora come osservatore per l'Inter. A parlare di quegli anni sono solo i parenti di chi se n'è andato, come Gabriella Beatrice o Alessio Saltutti, il figlio di Nello. È con loro che, grazie all'avvocato della signora Beatrice, Odo Lombardo, ora sta nascendo un'associazione di vittime del doping nel calcio".

Certo, se un grande campione come suo fratello fosse dalla vostra parte, la vostra battaglia avrebbe un testimonial straordinario...
"Per dirla chiaramente, Sandro non ha le palle per fare una cosa così".
E oggi secondo lei il doping c'è ancora?
"Sì, soprattutto nei campionati dilettanti, dove non esistono controlli: lì si bombano come bestie. Quello che più mi fa male però sono i ragazzini...".

I ragazzini?
"Ormai iniziano a dare pillole e beveroni a partire dai 14-15 anni. Io lavoro con la squadra della Borghesiana, a Roma, dove gioca anche mio figlio Michele, e dico sempre ai ragazzi di stare attenti anche al tè caldo, se non sanno cosa c'è dentro. Ho fatto anche una deposizione per il tribunale dei minori di Milano: stanno arrivando decine di denunce di padri e madri i cui figli prendono roba strana, magari corrono come dei matti in campo e poi si addormentano sul banco il giorno dopo, a scuola. Ecco, è per loro che io sto tirando fuori tutto".


SEMPRE PERIODO “HERRERA-MORATTI SENIOR”

Rino Tommasi racconta:
".... Chi ha buona memoria oppure una certa età ricorderà che negli anni sessanta l'Inter di Herrera rimase 99 PARTITE SENZA VEDERSI ASSEGNARE UN RIGORE CONTRO. Quella serie fu interrotta il 19 marzo 1967 all' Olimpico da Concetto Lo Bello che assegnò alla Roma un rigore che però il tedesco Jurgen Schultz sbagliò colpendo la traversa...
...Sempre nella stessa partita un episodio che mi era sfuggito dalla tribuna ma che lo stesso Lo Bello mi ha raccontato in una cena molti anni dopo. Ad un certo punto Armando Picchi colpì con un pugno Schultz. Lo Bello non se ne accorse ma il segnalinee attirò la sua attenzione. Lo Bello corse da lui e tornando al centro dell'area disse. "Armandino, mi sa che te ne devi "andare". D'accordo, gli rispose il giocatore, però s'esce in due". Fuori tutt'e due, Picchi e l'incolpevole tedesco. Questi era Concetto Lo Bello."

ANCORA PERIODO “HERRERA-MORATTI SENIOR”

La truffa al Bologna
Da un'intervista a Bulgarelli.
Bulgarelli, sono passati più di quarant’anni ma sembra che nel mondo del calcio non sia cambiato niente. Che cosa ricorda di quei giorni del 1964?

“Alla vigilia dell’incontro di San Siro contro il Milan Fulvio Bernardini, il nostro allenatore, ci disse che se avessimo vinto sarebbe successo qualcosa di grave. Noi non capimmo a che cosa si riferisse e scoppiammo a ridere. Vincemmo 2-1, ma pochi giorni dopo Pavinato, Fogli, Tumburus, Perani e Pascutti furono trovati positivi al controllo antidoping relativo alla partita contro il Torino, che battemmo per 4-1. Una cosa ridicola, eravamo puliti, e le controanalisi lo dimostrarono. In tutti i campi d’Italia, però, ci chiamavano drogati. Se avessimo davvero assunto sostanze proibite, avremmo rischiato pesanti conseguenze dal punto di vista fisico”.

Poi le manifestazioni di piazza in vostro favore, la riabilitazione e lo spareggio contro l’Inter. Quanto contribuì la reazione della città in vostro favore?

“L’affetto della gente fu straordinario e ci diede una grande forza d’animo per andare avanti. L’atmosfera del giorno dello spareggio fu unica: non c’era la diretta televisiva, molti bolognesi si ritrovarono sui colli e la città era avvolta da uno strano silenzio. La paura era destinata a passare: vincemmo, e portammo a casa un meritatissimo scudetto. Fu molto importante anche l’appoggio della stampa (Il Resto del Carlino e Stadio, all’epoca stampato proprio a Bologna, si mobilitarono per una campagna in favore dei giocatori rossoblù, ndr): senza l’apporto di tanti bravi giornalisti forse il nostro caso non avrebbe avuto la stessa risonanza”.

ENNESIMAMENTE PERIODO “HERRERA-MORATTI SENIOR”

Nel campionato 1960/61, l'Inter stabilisce il record di avere 2 rigori a favore (entrambi ovviamente regalati) nel giro di due minuti. Si tratta dell'incontro Fiorentina-Inter. I viola sono in vantaggio per 1-0,
quando l'arbitro Concetto Lo Bello, servo di Angelo Moratti, si inventa un rigore per l'Inter, che viene sbagliato. Comprensibilmente infastidito per il furto subito, un giocatore viola, a gioco fermo (!!!) ironizza con Lo Bello, e in un momento di pausa del gioco dà una tiratina di maglia ironica a un interista dicendo
a Lo Bello: "Ma se era rigore quello, allora è rigore anche questo!!", e Lo Bello risponde: "Esatto, è rigore!!" e regala il secondo rigore (stavolta realizzato) all'Inter, neanche due minuti dopo il primo, scatenando la ovvia furia del Comunale di Firenze. La partita finisce 1-1 e Lo Bello deve lasciare lo stadio scortato dalla polizia.

1966 ANGELO MORATTI IMBROGLIONE
(tratto dal Times del 02/09/2006 – di Emilio Marrese da Repubblica.it)

Angelo Moratti era un imbroglione e l'unica cosa buona che si possa dire di suo figlio Massimo è che s'è messo alle spalle le malefatte del padre. Questo è quanto incredibilmente sostenuto sabato dal londinese Times che ha ripreso - nella rubrica di Brian Glanville titolata sulla "storia gloriosa ma macchiata" dell'Inter - la confessione dell'arbitro ungherese Gyorgi Vadas su un tentativo di corruzione da parte di Moratti senior prima della semifinale di Coppa Campioni col Real Madrid del 20 aprile '66: denaro, orologi d'oro ed elettrodomestici in cambio di rigori.
Il quotidiano scrive che "le vittorie dell'Inter degli anni '60 furono frutto di corruzione e imbrogli nei quali Angelo Moratti giocò un ruolo cruciale in un sistema messo in piedi da due uomini ora deceduti: Deszo Holti, faccendiere ungherese, e Italo Allodi", definito "serpentine".
L'Inter, si sostiene, fece offerte per tre anni consecutivi agli arbitri delle semifinali e le prime due volte, nel '64 e '65, la cosa funzionò, ai danni di Borussia e Liverpool.
La terza no, perché Vadas (le cui rivelazioni furono pubblicate nel libro di un giornalista ungherese), rifiutò una somma con cui avrebbe potuto comprarsi 5 Mercedes: 10 per un rigore all'ultimo minuto, addirittura 25 per un rigore ai supplementari.
Il giorno della partita Vadas fu ospite di Moratti nella sua villa e ricevette un orologio d'oro.
Moratti promise anche televisori ed elettrodomestici.
Ma Vadas non aiutò i nerazzurri a rimontare lo 0-1 dell'andata, la gara finì 1-1 e fu la sua ultima apparizione internazionale.
L'articolista del Times si chiede infine il perché di questo strano debole degli italiani per i "condottieri" alla Moratti. Una bella palata di fango su vivi e morti.

1971-72 LA LATTINA DEL BORUSSIA

Nel 1971 l’Inter ruba una qualificazione in Coppa Campioni grazie alla famosa finta lattina di Moenchengladbach.
L'Inter, sconfitta sul campo 7-1, consegnò una lattina tirata fuori dal nulla all'arbitro e disse che aveva colpito Boninsegna.
In sede di giudizio, il potere politico dell'Inter, nettamente superiore a quello del provinciale Borussia Moenchengladbach, spinse i parrucconi Uefa a disporre l'incredibile ripetizione dell'incontro.
Anni più tardi gli stessi interisti protagonisti della vicenda ammisero di aver truccato le carte.

1983 LA PARTITA TRUCCATA
Nel 1983 Bagni dichiarò che la partita Genoa-Inter 2-3 era stata truccata (denuncia insabbiata)

1991 LA COPPA COMPRATA
Tratto da "Indagine sul calcio" di O.Beha e A. De Caro

L’8 maggio del 1991 a San Siro si gioca l’andata della finale della coppa Uefa Inter-Roma. Partita strana: normale per tutto il primo tempo, in bianco; nel secondo l’arbitro russo con il cognome da medicinale, SPIRIN, decide di animare la partita e dà un rigore all’apparenza inventato che Matthaus realizza. Finirà due a zero.
Negli spogliatoi il tecnico della Roma, Bianchi, e alcuni giocatori, a partire da Giannini, contestano la giustezza del rigore. Ma appunto, succede.
Succede anche, però, che ormai 15 anni dopo, il figlio di Viola, Ettore, allora punto di riferimento per il club ad interim presieduto da sua madre, ci racconti una storia veramente interessante.
«La finale con l’Inter? L’ho persa io. Mi proposero di comprare l’arbitro. Fu una mediatrice russa che lavorava in Italia e frequentava anche l’ambiente del calcio ad avvicinarmi per dirmi che Spirin era accomodabile: con 150.000 dollari si vinceva la partita. Io dissi no per due ragioni. La prima era legata all’illecito ovviamente, la seconda è che la Roma era già di fatto passata di mano. Avevamo concluso il passaggio di proprietà a Ciarrapico e francamente di rischiare io per regalare a lui la gioia di una coppa proprio non mi andava… Quello che non potevo immaginare e che invece poi mi è apparso chiaro è che qualcun altro accettò la proposta della mediatrice… Alla fine della partita ero nervosissimo. La squadra aveva giocato bene ma era stata punita da decisioni molto discutibili. Negli spogliatoi del Meazza incrociai proprio la mediatrice, bastò uno sguardo. Lei mi vide allargò leggermente spalle e braccia senza dire una parola. Un modo come un altro per farmi capire che qualcun altro aveva detto sì… e questo era il risultato.
Hai visto, potevi farlo tu… lessi nel suo sguardo. E così la Roma perse quella Coppa Uefa»

Ps: nei sedicesimi di finale di quell’anno l’Inter aveva perso con l’Aston Villa la partita di andata per 0-2. Nel ritorno di San Siro riuscì clamorosamente a ribaltare il risultato vincendo 3-0. Sapete chi era l’arbitro di quell’incontro: un certo SPIRIN.
PS
Coppa Uefa 1992/93 Torino - IK Norkkoping 3-0, arbitro SPIRIN, c'erano e ci sono molte chiacchere in giro, alcune da autorevoli personaggi del panorama calcistico, che parlano di una proposta di mediazione da parte della FC Internazionale tra l'abitro Spirin e la Torino Calcio (ormai l’Inter e Spirin erano diventati una cosa sola).

2000 GLI ELETTROSTIMOLATORI NERAZZURRI

E’ l’anno dei “famosi” Rolex giallorossi regalati da Sensi agli arbitri. Platealmente scoperti questi sono costretti a restituire il gentile cadeau. Ma un arbitro più solerte degli altri restituisce anche un elettrostimolatore regalato dalla dirigenza interista, dichiarando di averlo ricevuto insieme a molti altri arbitri professionisti.

2003 LO SPOGLIATOIO IN PILLOLE

Georgatos, ex giocatore dell'Inter, ad aprile 2006, a proposito dei vecchi compagni dell’Inter, dichiara:
"c'era chi prendeva pillole e si faceva iniezioni... gruppi di persone rifornivano i giocatori...ho capito cosa stava accadendo..."

2005 ESTATE D’AFFARI

Vendita fasulla dei diritti di sfruttamento del marchio Inter in modo da consentirle di truccare i bilanci per 158 milioni di Euro;
si ricorda che non avrebbe potuto partecipare al campionato 2005-06 (quello dello scudetto fittizio); ma Guido Rossi (toh, guarda chi c'è, sempre questo ex dirigente nerazzurro che assegna gli scudetti!) della COVISOC riammette l'Inter ed addirittura concede uno sconto (ricapitalizzazione di soli 40 milioni e non di 158, con decurtazione del 75% del malloppo)

2006 UN BEL SOSPETTO

lo Spezia un anno fa apparteneva a Moratti; è stata venduta ad una società che appartiene ad una Fiduciaria parmense; nessuno conosce (chissà perché) il proprietario attuale di tale Fiduciaria parmense; se si tratta di Moratti o di un suo parente fino al quarto grado, è illecito (punibile con la revoca dello scudetto revocato ad altri e retrocessione)

2006 LO SCUDETTO DELL’ONESTA’

Stankovic, sconfitto sul campo per 2-1 dalla Juventus, chiude a chiave gli spogliatoi di San Siro per nascondere l'inverosimile agli occhi dell'arbitro e degli atterriti assistenti (Dejan, nunsepoffà..., perchè lo fa solo Moggi) SEQUESTRO DI PERSONA?



Terminiamo con una LISTA DI ALTRI ILLECITI che ormai sono di dominio pubblico (le trovi facilmente su Internet), ma che, purtroppo, non scandalizza nessuno e nemmeno ha mai scandalizzato Verdelli, Palumbo e la Gazzetta:

• Passaporto falso di Recoba per passare da comunitario e superare i limiti al numero degli extra

• Patente di Recoba risultata rubata in un ufficio pubblico (ricettazione)

• Kallon fermato per nandrolone (l’Inter dichiara che lo usava per i brufoli)

• Intercettazioni Telecom (la più grande e legalmente riconosciuta associazione a delinquere mai messa in piedi in Italia: da Moratti e Tronchetti Provera e solo al telefono di Moggi - roba da matti)

• Martins fermato dalla società stessa per ematocrito alto prima di Cagliari-Inter

• Pagamento fideiussione fuori tempo 3 anni fa, ma poi, di nascosto, fatta risultare “regolare” tramite atto doloso
(l’Inter sarebbe stata cancellata dal campionato ed oggi non esisterebbe più)

• Peruzzi, il 5 maggio 2002, fa fare a Vieri il gol più finto della storia (il 4 maggio gli avevano telefonato dalla sede dell’Inter – per cosa?)
1.
• Inter da tre mesi sotto inchiesta dalla procura di Milano per plusvalenze, inchiesta ancora in corso

• Inter nel 2001 sotto inchiesta dalla procura di Roma per plusvalenze, di questa non si hanno notizie

• Mancini, il moralizzatore, che accetta (a Firenze) il patentino preso illecitamente grazie al sistema di cui parla male

• Materazzi che, il 5 maggio 2002, chiede all'avversario in partita (la Lazio) di farli vincere (e dire che i laziali – a parte Poborsky - ci hanno pure provato...)

• Il presidente della squadra moralizzatrice “Pirlatti” non prende mai un provvedimento contro i comportamenti, recidivi e da codice penale, del tesserato Materazzi, meglio conosciuto come “Macellazzi”

• Incontri, mai negati, di Facchetti con Nucini – l’arbitro dichiara di essere molto amico di Facchetti e di aver pranzato spesso con lui, per questo i vertici AIA lo boicottavano (complimenti, proprio un arbitro super partes)

• Nucini dichiara di aver raccolto, in un cd rom, tutti i comportamenti antiinteristi dei suoi colleghi (complimenti al novello Mata-Hari, ma non era un arbitro?)

• Cene, mai negate, Facchetti-Bergamo a casa Bergamo, quando l’Inter andava a giocare in Toscana (addirittura, nella trasmissione di Mentana “Matrix”, Bergamo dichiara che Facchetti si fermava anche a dormire a casa sua)

• Telefonate, innegabili, Facchetti-Pairetto

• Telefonate, mai negate, Moratti-Fazi

• Telefonate Inter-Bergamo, nella trasmissione di Antenna3 del 11/09/2006 Bergamo dichiara di aver ricevuto telefonate dai dirigenti di tutte le squadre di A e si stupisce di come risultino intercettate solo le telefonate di Moggi

• Fidejussioni false firmate da Facchetti per la Reggina


FRODI VINTAGE :

• Carta di identità di Bernazzani falsificata (abbassata l'età) scoperta durante mondiale Fifa per giovanili

• Carta d'identità falsata con nome e cognome di altra persona causa limite minimo di età superato del giovane giocatore Massimo Pellegrini


Questi sono invece i famosi

COMPORTAMENTI DA INTERISTI
(vengono ad imitarli da ogni dove):
Qui siamo nel “FAMOSO STILE INTER”

QUESTA E’ VERA ETICA COMPORTAMENTALE


• DECRETO SPALMADEBITI UTILIZZATO DA TUTTE LE SQUADRE (INTER IN PRIMIS) MENO CHE DALLA JUVENTUS (permette di pagare ratealmente senza interessi – le famose 2000 rate a interessi zero)

• Dirigenti interisti, nell’estate 2006 dichiarano di AVER FATTO PEDINARE DE SANTIS DA UN INVESTIGATORE PRIVATO, cosa hanno trovato? Lo hanno trovato che annullava un gol regolare di Trezeguet nella finale della Supercoppa Italiana

• CRISI EPILETTICHE DI RONALDO A PARIGI (ma erano stati quelli del Brasile a doparlo, gli interisti quelle cose mica le fanno)

• AMICIZIE DI RONALDO E JULIO CESAR CON TUTTI GLI SPACCIATORI BRASILIANI (ma semplicemente ne stavano tentando il recupero sociale)

• DICHIARAZIONI DI WOME SULLE SOSTANZE ASSUNTE IN CASA INTER (dopo ritrattate perchè sicuramente false – garantisce Bellicapelli Mancini)

• MOTORINI GETTATI DAL 2° ANELLO DI SAN SIRO ( ma solo perchè al 1° anello facevano la raccolta differenziata ed avrebbero recuperato la materia prima). Ed ora pedalare che il motorino non ce l’abbiamo più.

• FUMOGENI GETTATI SULLA TESTA DI DIDA (ma era solo per fargli un pò di festa, avevano già perso la partita in casa 2-0 e stavano perdendo anche quella in trasferta, quindi....)

• INSULTI RAZZISTI AL POVERO ZORO (ma no che non erano razzisti, era solo per fargli capire quanto invidiassero il colore della sua pelle)

• RANDELLATE DI MATERAZZI (diventato lo zimbello d’Europa per la sua idiozia tanto da essere squalificato per 2 giornate per “AVER DATO UNA PETTATA SULLA FRONTE DI ZIDANE”)

• RANDELLATE DEI TIFOSI NERAZZURRI (Nazzareno Filippini è morto a seguito di calci e bastonate alla testa ricevuti dopo un Ascoli-Inter del 9/10/1988 ma gli ultrà interisti sono stati assolti per insufficienza di prove – erano in troppi a menare e non c’erano prigioni)

• RANDELLATE DI UN TIFOSO NERAZZURRO CHE UCCIDE UN TIFOSO JUVENTINO IN UNA LITE PER CALCIOPOLI NELLA BASSA PADANA (inneggiava a Moggi)

• BICCHIERATE DI UN TIFOSO NERAZZURRO SULLA TESTA DEL FIGLIO DI GALLIANI A PORTOFINO (motivate dal fatto che gli girassero le paraboliche)

• MANCINI, nel 2005/2006, E’ L’ALLENATORE PUNITO CON PIU’ GIORNATE DI SQUALIFICA (ma il “grande moralizzatore” dice di non aver commesso il fatto - perseguitato?)

• I GRANDI PUTTANIERI NERAZZURRI. Il giorno dopol’irruzione della polizia in un bordello milanese, dove vengono scoperti e messi a verbale i nomi di 6 giocatori nerazzurri, l'Inter emette un menzognero comunicato in cui nega il fatto; inchiodata da pubblici verbali l'allenatore due giorni dopo non può che ammettere che i sei puttanieri sono giocatori dell'Inter

• I GRANDI CONSIGLIERI E LA LORO FEDINA PENALE: la squadra moralizzatrice si circonda di consiglieri che hanno patteggiato il carcere o sono stati agli arresti domiciliari (puliti dentro, belli fuori).

• 800 MILIONI DI EURO SPESI DA MORATTI (IN 15 ANNI) PER NON VINCERE UN c**** (fatta eccezione per quanto vinto dal suo tesserato Guido Rossi – Commissario sub-morattiano super partes). Con tutti quei soldi avremmo salvato milioni di bambini dell’Africa centro occidentale

• IL NUMERO DI GIOCATORI E ALLENATORI MESSI SOTTO CONTRATTO FINO ALL’ESTATE 2006 (non dimentichiamo che Moratti sarà un PIRLA ma i soldi che tira fuori poi vengono scalati da quelli che l’azienda di famiglia dovrà pagare al fisco italiano, e cioè siamo noi poveri sfigati che abbiamo pagato i sotto elencati 161 giocatori e i 9 allenatori)

PORTIERI (14)

Ballotta
Bindi
Carini
Cordaz
Ferron
Fontana
Frey
Frezzolini
Julio Cesar
Mazzantini
Orlandoni
Pagliuca
Peruzzi
Toldo
DIFENSORI (57)

Adani
Andreolli
Angloma
Bergomi
Bia
Blanc
Brechet
Burdisso
Camara
F.Cannavaro
Centofanti
Cirillo
Coco
Colonnese
Conte M.
Cordoba
Domoraud
Favalli
Ferrari
Festa
Fresi
Galante
Gamarra
Georgatos
Gilberto
Gresko
Grosso
Helveg
Macellari
Maicon
Materazzi
Maxwell
Mezzano
Mihajlovic
Milanese
Padalino
Paganin A.
Paganin M.
Panucci
Pasquale
Pedroni
Pistone
Rivas
Roberto Carlos
Samuel
Sartor
Serena M.
Silvestre
Simic
Sorondo
Tarantino
Tramezzani
Vivas
West
Wome
J.Zanetti
Ze Maria

CENTROCAMPISTI (56)

Almeyda
Beati
Berti
Bianchi
Brocchi
Cambiasso
Carbone
Cauet
Cinetti
Dacourt
Dalmat
D’Autilia
Davids
Dell’Anno
Di Biagio
Djorkaeff
Emre
Fadiga
Farinos
Figo
Gonzalez
Guglielminpietro
Ince
Jonk
Jugovic
Karagounis
Kily Gonzales
Lamouchi
Luciano
Manicone
Morfeo
Moriero
Nichetti
Okan
Orlandini
Orlando
Paolo Sousa
Peralta
Pirlo
Pizarro
Seedorf
Seno
Sergio Conceiçao
Sforza
Shalimov
Simeone
Solari
Stankovic
Vampeta
Van Der Meyde
Veron
Vieira
Winter
Zanchetta
Zanetti C.
Ze Elias

ATTACCANTI (34)

Adriano
Baggio
Batistuta
Bergkamp
Branca
Caio
Choutos
Colombo
Corradi
Crespo
Cruz
Delvecchio
Di Napoli
Ferrante
Fontolan
Ganz
Ibrahimovic
Kallon
Kanu
Keane Roy
Martins
Mutu
Pacheco
Panchev
Rambert
Recoba
Ronaldo
Russo
Sinigaglia
Sukur
Ventola
Veronese
Vieri
Zamorano

ALLENATORI (9)

Castellini
Cuper
Hodgson
Lippi
Lucescu
Mancini
Simoni
Verdelli
Zaccheroni


Caro Moratti

il "signor Moratti" (ma signore solo di portafoglio) poteva risparmiarsi di usare l'addio a Facchetti in maniera ipocrita, distribuendo gratuitamente slogan "simpatici" sulla lealtà dell'Inter, gli onesti, i puliti.

"Signori si nasce" e lei non lo è mai nato.

Vai in alto alla pagina

webmaster

829 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  14:02:22  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
Egregio signor nessuno570, prima di andare a guardare in casa altrui calunnie e malignità, nella norma, bisogna guardare nel proprio armadio se ci sono scheletri nei vari cassetti, ciò che mi risulta, il vostro armadio, è pieno e traboccante.

Morale della favola significa tarantola ballerina, non credo faccia bella figura il toro che dice cornuto al povero asinello...!

=========

=========
WebMaster
=========
Vai in alto alla pagina

nessuno570

189 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  14:19:30  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
quote:
Originalmente inviata da webmaster

Egregio signor nessuno570, prima di andare a guardare in casa altrui calunnie e malignità, nella norma, bisogna guardare nel proprio armadio se ci sono scheletri nei vari cassetti, ciò che mi risulta, il vostro armadio, è pieno e traboccante.

Morale della favola significa tarantola ballerina, non credo faccia bella figura il toro che dice cornuto al povero asinello...!

=========

=========
WebMaster
=========



NESSUNA CALUNNIA..
continuo a leggere affermazioni sul Milan che mi fanno rabbrividire, quando sappiamo benissimo che il Milan ha pagato calciopoli per una telefonata di Meani per una giustissima lamentela su un rigore non dato e comunque mi rivolgo a tutti gli interisti conpreso il webmaster a ribattere punto per punto sulle affermazioni verissime che ho fatto nel mio precedente intervento.

P.S QUALCUNO POTREBBE DIRE A MORATTI CHE SE PER SFORTUNA NON VINCE IL DERBY LA TORTA DELLO SCUDETTO PREPARATA IN OCCASIONE DI INTER CAGLIARI DIVENTA ACIDA DOPO TRE SETTIMANE !!!!!!!!!!!!!
Vai in alto alla pagina

Aristotele

2098 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  14:52:25  Visualizza profilo
Grandissimo Giacomo, una arringa degna di un grosso avvocato.

Dico solamente che per la parcon dicio, al Milan manca uno scudetto, se lo hanno dato all'Inter, perchè per l'anno prima non lo hanno dato anche al Milan?

Forse hanno ragione loro, il signor Rossi è stipendiato da Moratti e Tronchetti Provera.

Ci vuole metterlo a busta paga alla Fininvest o a Mediaset, allora si' che le cose si sistemano.

Per lo scudetto sono convinto che l'Inter non lo perderà sarebbe proprio da stupidi, non gestire 6 punti a tre giornate dal termine del campionato.

Comunque resta il fatto che qualche inciucio Rossi lo ha fatto, semplicemente, perchè è impossibile che tutte le squadre erano sotto controllo telefonico, e solamente l'Inter no.
Non c'è puzza di bruciato?

cordialmente

Arturo Testa
Vai in alto alla pagina

Adriana

10 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  14:56:40  Visualizza profilo
Non ho parole!!!!!!
Il “signor” Nessuno dove ha preso tutte quelle baggianate, dall’almanacco di Topolino??????? O dalle cartelle giudiziarie della juve o del Milan????????????
Ancora non sono riuscita a capire cosa sei!!!!........bianco nero ..o …rosso nero, uno vale l’altro in quanto ad onestà e dignità…
Ma mi fate capire una cosa??????????
Perché vi brucia così tanto??????????
L’INTER quest’anno prenderà lo scudetto, con tutti i suoi acciaccati………
State tranquilli………….non vi agitate………..dormite…….campate……….dovete stare attenti alla salute…troppe arrabbiature fanno male……………………e pregate……forse chissà …..un giorno…si..forse….ma intanto l’INTER prenderà lo scudetto!!!!

Scusami il mio voleva essere uno scherzo……ma comunque..lo scudetto è nostro!!!

Per il Webmaster
Troppi juventini e milanisti nel forum………………..

Non so forse…..il “signor” nessuno mi sembra di conoscerlo…..da come scrive……..tutti questi trattati……………..sarà juventino??????? BOOOOOOOOO eppure………forse Torino…….


Adriana
Vai in alto alla pagina

Aristotele

2098 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  15:17:27  Visualizza profilo
Carissima Adriana il sig.Nessuno è Giacomo Maggio figlio di Osvaldo , abita in provincia di Milano è Milanista sfigatato, fino a qualche anno fà lavorava per il Milan.(ERA NEL SERVIZIO D'ORDINE DI SAN SIRO)

Dopo si mise a lavorare come tecnico a Milan Chanel, per passare poi a SKY Tv.

Lo potrai vedere sulle foto che mettono i frequentatori, abbracciato alla Coppa dei Campioni, oggi Champions League, una coppa che è diventato un vero è proprio sogno per gli interisti.

Comunque una volta che l'Inter è di Milano, potrà vederla quando vuole basta andare in Via Filippo Turati, nella sede del Milan, è potrà ammirare la cristallera del Milan.

Resta il fatto che le cose che ha scritto rispondono a verità, siccome l'informazione oggi è in mano di uno dei patron dell'Inter, allora si sanno le cose degli altri, mai quelli di loro personali.

cordialmente





Arturo Testa
Vai in alto alla pagina

nessuno570

189 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  15:26:47  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore

Cara adriana sono tifoso della LONGOBARDA !!!!

AUGURI per il DERBY !!!!!!

P.S caro Arturo ben detto !!!!!!!

per i moralizzatori consiglio questo video
http://it.youtube.com/watch?v=taY7N1yQ5No
Vai in alto alla pagina

Adriana

10 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  15:46:48  Visualizza profilo
solidarietà Milanista!!!!!!!

Non ti conosco..però conosco i tuoi genitori...sai l'età...è quella poco più poco meno....ciao
speriamo bene per il derby
(un pò di paura c'è.....hehehehee)

Adriana
Vai in alto alla pagina

webmaster

829 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  16:04:02  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
I fatti reali sono tutt'altra cosa(io non scrivo argomentazioni di così bassa levatura), il Milan è stato due volte in serie B, l'Inter mai, tutto il resto è nooooia...!
E' inutile rimenbrare il passato quando attualmente si è in brutte acque(vedi distacco dall'inter....brrrrr che freddo...-23 temperatura gelida dalle vostre parti).
Anche se l'inter perderà con il milan lo scudetto lo vincerà ugualmente(la vostra sarà, se vincerete domenica la cosidetta vittoria di Pirro).

=========

=========
WebMaster
=========
Vai in alto alla pagina

webmaster

829 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  16:21:27  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
X ARTURO
========================

Una persona che scrive "l'informazione oggi è in mano di uno dei patron dell'Inter" fa semplicemente ridere i polli...!
MADIASET, POTERE e STAMPA, eventus docet(l'esperienza insegna)... dovrebbe far capire tante cose...!
Metti sempre lo stesso disco, lo scudetto dell'inter di cartone e quello non assegnato al milan, io ti ho risposto su questo argomento non ricevendo risposta.

Per rinfrescarti le idee ecco nuovamente il messaggio scritto precedentemente:

A tuo parere, caro Arturo, Tronchetti Provera aveva piu potere dei Magistrati di Napoli che hanno condotto due anni di indagini chiedendogli pure il permesso e quale squadra scartare dai controlli telefonici...! Credere a queste cose significa essere fuori da ogni realtà immaginabile.
Anche tu fai parte di quella categoria "tutti addosso all'inter" buttando a sproposito Mign....te pur di denigrare l'avversario.
I fatti reali sono tutt'altra cosa mentre quelli immaginari, cercando di perorarne la causa, sono fumo negli occhi di coloro che vogliono nascondere i propri mali, colpe e vergogne.

Ti rammento, anche agli juventini, che lo scudetto cosiddetto di cartone assegnato all’inter dovevano a qualcuno affibbiarlo obbligatoriamente altrimenti si perdeva un posto in Europa quell'anno e negli anni successivi, da premettere che Berlusconi si era fatto avanti pretendendo i due scudetti tolti alla juventus…!
Morale della favola, non era necessario assegnare lo scudetto precedente al Milan perchè non aveva nessun valore o impedimento a far qualificare la quarta squadra italiana in europa mentre se non assegnavano quello dell'inter il Milan non poteva partecipare come quarta squadra e vincerne la coppa, addirittura non poteva l'anno scorso e non potrà, in base a quel scudetto di cartone, quest'anno(se vincerà con l'inter domenica).

A riguardo le condanne “sere B serie C” è un altro capitolo a parte che tratterò in altre circostanze.

Faccio solamente un esempio: se quello che ha fatto il Milan la Fiorentina, ecc,(lasciamo perdere la juve, per me doveva andare almeno in serie C) lo avesse fatto il Catania o il Genoa tu pensi che li avrebbero lasciati in serie A?
Apri gli occhi e cerca di essere coerente con la realtà senza essere, come al solito, di parte...!


=========

=========
WebMaster
=========
Vai in alto alla pagina

cosimo

472 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  16:28:18  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
quote:
Originalmente inviata da webmaster

X ARTURO
========================

Una persona che scrive "l'informazione oggi è in mano di uno dei patron dell'Inter" fa semplicemente ridere i polli...!
MADIASET, POTERE e STAMPA, eventus docet(l'esperienza insegna)... dovrebbe far capire tante cose...!
Metti sempre lo stesso disco, lo scudetto dell'inter di cartone e quello non assegnato al milan, io ti ho risposto su questo argomento non ricevendo risposta.

Per rinfrescarti le idee ecco nuovamente il messaggio scritto precedentemente:

A tuo parere, caro Arturo, Tronchetti Provera aveva piu potere dei Magistrati di Napoli che hanno condotto due anni di indagini chiedendogli pure il permesso e quale squadra scartare dai controlli telefonici...! Credere a queste cose significa essere fuori da ogni realtà immaginabile.
Anche tu fai parte di quella categoria "tutti addosso all'inter" buttando a sproposito Mign....te pur di denigrare l'avversario.
I fatti reali sono tutt'altra cosa mentre quelli immaginari, cercando di perorarne la causa, sono fumo negli occhi di coloro che vogliono nascondere i propri mali, colpe e vergogne.

Ti rammento, anche agli juventini, che lo scudetto cosiddetto di cartone assegnato all’inter dovevano a qualcuno affibbiarlo obbligatoriamente altrimenti si perdeva un posto in Europa quell'anno e negli anni successivi, da premettere che Berlusconi si era fatto avanti pretendendo i due scudetti tolti alla juventus…!
Morale della favola, non era necessario assegnare lo scudetto precedente al Milan perchè non aveva nessun valore o impedimento a far qualificare la quarta squadra italiana in europa mentre se non assegnavano quello dell'inter il Milan non poteva partecipare come quarta squadra e vincerne la coppa, addirittura non poteva l'anno scorso e non potrà, in base a quel scudetto di cartone, quest'anno(se vincerà con l'inter domenica).

A riguardo le condanne “sere B serie C” è un altro capitolo a parte che tratterò in altre circostanze.

Faccio solamente un esempio: se quello che ha fatto il Milan la Fiorentina, ecc,(lasciamo perdere la juve, per me doveva andare almeno in serie C) lo avesse fatto il Catania o il Genoa tu pensi che li avrebbero lasciati in serie A?
Apri gli occhi e cerca di essere coerente con la realtà senza essere, come al solito, di parte...!


=========

=========
WebMaster
=========



Caro Web sono daccordo con te, purtroppo i Milanisti ed i Juventini ragionano a SENSO UNICO,e impossibile parlare di calcio con loro hanno sempre ragione loro e sono sempre secondo loro i piu' forti e non hanno mai rubato.

Ossequi


Cosimo
Vai in alto alla pagina

webmaster

829 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  17:20:53  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
X ARISTOTELE

Caro Arturo noi le risposte le diamo sul campo e a fine campionato, leggi quello che hai scritto precedentemente in questo forum e ne trai doverosamente le conclusioni. Ride bene chi ride ultimo
Ogni allusione a fatti o cose... sono ricadute in faccia...!
Haaaaa! come godo alla faccia dei bilanisti, -23 brrrrrr! che freddo

_____________________________________________

Aristotele

1418 Messaggi
Inviato - 21/09/2007 : 17:04:03
--------------------------------------------------------------------------------

Ultimamente sento poco in questo spazio i cugini poveri interisti...
come mai? vi hanno tagliato la lingua? siete già in decadenza? è lo squadrone?

Certo che se l'altra sera non c'era un Giulio Cesare strepitoso, l'Inter avrebbe aperto una crisi di quelle che non è facile scordarsi, già c'è maretta e Moratti vuole conto.

comunque non dannatevi, basta vedere le partite dei cugini, che vi insegnano come giocare in campo internazionale, parlo nella mentalità e nella umiltà, doti principali che in questo momento mancano agli interisti.

cordialmente

Arturo Testa
__________________________________________________

webmaster


359 Messaggi
Inviato - 21/09/2007 : 20:27:17
--------------------------------------------------------------------------------

I resoconti si fanno alla fine, sputando sentenze in aria ora...potrebbero ricadere in faccia dopo quindi per non incorrere in brutte figure, noi interisti, giudichiamo a fine campionato.
Juventini e milanisti invece avete questo difetto...al minimo errore dell'inter le sparate da ogni parte, ciò vuol dire che avete una paura tremenda che possa fare bene...
Ride bene chi ride ultimo


=========

=========
WebMaster
=========
____________________________________________

Aristotele


1418 Messaggi
Inviato - 22/09/2007 : 14:22:15
--------------------------------------------------------------------------------

E' giusto che i conti si fanno a maggio, ma detto da voi interisti, la cosa ci lascia perplessi, perchè quello che tu hai detto, è veramente la vostra indole di tifosi che vi porta a questi ragionamenti, e ti spiego anche il perchè.

Vedi carissimo Web, sia il Milan che la Juve, hanno sempre vinto tantissimo, tantè che il Milan oggi è la squadra che ha piu' vinto al mondo, e non stiamo parlando di ciciri e simenta, ma di conquiste fatte nel campo.
E non acquisizioni di scudetti dati per delibere della FIGC, è anche vero che noi milanisti abbiamo assaporato la serie B come lo ha fatto quest'anno la Juve, ma ci siamo rialzati e subito rivinto quello che era da vincere, praticamente tutto.

L'Inter invece qualcosina l'ha vinta, ma la prosopopea interista non ha eguali da nessuna parte, tutto l'ambiente, si galvanizza, non appena vincete uno scudetto, e cosa dovremmo dire? meno male che lo scudetto lo vincete ogni 20 di media? meno male. altrimenti chi vi terrebbe, se già adesso siete fatti in questo modo, chissà se vinceste un pochino di piu'.

Vi ricordate l'anno scorso, quando tutti gli interisti solo perchè avevate punti abbastanza in piu' rispetto alla seconda, nessuno poteva interloquire con voi, e voi? ricordi? dicevate che ci sarebbe stata una sola squadra italiana in finale e che questa sarebbe stata l'Inter, perchè macinava recond in Italia, e quindi era la piu' assoggettata per arrivare in finale.
Alla fine come dici tu i conti meno male che si fanno a maggio, infatti qualcuno ha voluto che proprio il Milan vincesse la Coppa dei Campioni, sminuendo, la vostra conquista dello scudetto, in quanto è passato di seconda mano, specialmente che Milano è la città delle due squadre in questione, ma i milanesi hanno preferito festeggiare di piu' per il Milan che ha stravinto ed strameritato la Coppa dei campioni, che l'Inter, che ha macinato punti, sdoppiando le seconde.

La mia non era intenzione di reguardire gli interisti, ma facevo solo una costatazione di come una squadra imbottita di super campioni, perda con una squadra turca, che attualmente figura al 8° posto nel suo campionato.
Nessuno si sarebbe meravigliato, se l'Inter avesse perso contro un Liverpool, o un Real Madrid, o un Barcellona, o un Chelsea, o qualsiasi altra squadra blasonata europea.
Ma ha perso con una squadra che in Italia la paragonano ad una squadra mediocre di serie C1, tutto qua, magari la prossima l'Inter si riscatterà alla grande, ma questo oggi non lo possiamo dire, quello che oggi possamo dire, è che la prima partita di Coppa l'Inter ha perso, ha perso malamente, ed ha zero punti in classifica.

per di piu' perdendo contro il Pietraperzia, non me ne vogliono gli abitanti di Pietraperzia, ho pure tantissimi amici e mi ricorda, che ero socio del Milan Club di Pietraperzia,dedicato a Gianni Rivera di cui il presidente è il rag. Tomaselli che saluto.
Quando diciamo che le partite di coppa per divertirvi e vedere lo spettacolo, non dovete che fare solamente di sintonizzarvi su SKI SPORT, e vedere le partite del Milan, che si vinca o che si perda, il Milan in campo internazione offre spettacolo, mentre l'Inter produce solamente coliche e scanti ai suoi tifosi, e vi esorto di fargli causa, almeno voi che siete titosi interisti, perchè ultimamente, troppi tifosi interisti hanno problemi di salute.

I tifosi che si sono fatti visitare, hanno avuto la terapia, il loro medico curante gli ha prescritto, di guarire, solamente vedendo il Milan, in maniera che l'indole e lo spettacolo penetra nella mente dei tifosi interisti, almeno gli passa, e gli serve da consolazione.

cordialmente

Arturo Testa
Vai in alto alla pagina

webmaster

829 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  17:49:34  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
Carissimi bilanisti, l'inter quest'anno è uscita dalla Champions League, si accinge a vincere lo scudetto ed è in corsa per la finale di coppa Italia.
Voi bilanisti siete usciti dalla Champions League, dalla coppa Italia e lo scudetto l'avete perso già a Ottobre 2007, meraviglia delle meraviglie siete in corsa per il titolo importantissimo del quarto posto(inter permettendo).
Annata fantastica la vostra...! Avete pure la tracotanza e la sbruffonaggine di parlare male degli altri....
Se fossi in voi me ne starei zitto aspettando tempi migliori, Brrrrr! che freddo -23, l'anno scorso eravate addirittura a -36, come godo!!!!!!

=========

=========
WebMaster
=========
Vai in alto alla pagina

webmaster

829 Messaggi

Inviato - 02/05/2008 :  17:55:57  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
Scusate la presunzione e aggressività, mi sono tolto un peso dallo stomaco che portavo da diverso tempo....
Sicuramente la risposta sarà sempre il solito disco....noi abbiamo vinto le coppe voi no.

Se mio nonno non fosse morto sarebbe ancora vivo
Brrrrr! che freddo -23 dall'inter


=========

=========
WebMaster
=========
Vai in alto alla pagina

Aristotele

2098 Messaggi

Inviato - 03/05/2008 :  14:17:33  Visualizza profilo
Il problema del freddo si risolve subito, perchè il Milan puo' mettersi qualche maglione di lana in piu', è combatte il freddo.

Ma quante stagioni a voi è durato il freddo glaciale artico? tantissimo, e se telecom e Rossi non intervenivano, manco la cutra o la cuttunina vi avrebbe salvato.

Il problema delle coppe non li cito nemmeno, tanto sappiamo tutti che per l'Inter ancora devono passare altri 60 anni per vincerne una, voi le vincete di media ogni 100 anni.

Vincere gli scudetti non è cosa difficile, una deve vincere, e alla fine vince, chi nella stagione è stato piu' fortunato, e a volte chi ha avuto piu' regali dagli arbitri.
Questo è un dato di fatto, dove nessuno puo' sindacare, la gazzetta ha messo tutte le partite sospette di quest'anno, è l'Inter in base a questa classifica si classificherebbe 4°.

Ma se vogliamo, negli anni scorsi, la Lazio, il Verona la Sampdoria hanno vinto lo scudetto, ma chissà come mai non hanno vinto la coppa dei campioni?
Per il semplice fatto che per vincerla, non ci vogliono gli arbitri italiani,ci vogliono la mentalità di essere una grande squadra, ed una società forte dietro.
L'inter non ha avuto vittorie in Europa, vuol dire, che non è una grossa squadra, e che ahimè, la Telecom non puo' spiare le squadre europee, perchè ha competenza territoriale solamente in Italia.

L'anno storto puo' capitare a tutti, ma se faccio una analisi, posso dire, che pur essendo a -23 siamo usciti nello stesso turno di ottavi di finale nella coppa dei campioni.
Questo sarà determinante, per dire, che alla fine, arrivare a +23 dal Milan ed uscire allo stesso turno, ci sarà qualche anomalia? non vi pare?

Comunque vi esorto nel dire, che oggi il MILAN è la squadra che ha vinto piu' di tutte le altre squadre di club al mondo.

Eppoi se andiamo a verificare il Milan quest'anno ha vinto mese di maggio coppa dei campioni, mese di agosto super coppa europea, mese di dicembre coppa intercontinetale, non mi sembrano cioccolatini, specie basandosi sul fatto che siamo dietro in campionato anche alla Fiorentina.

cordialmente

Arturo Testa
Vai in alto alla pagina
Pagina: di 43 Discussione precedente Discussione Prossima discussione  
Pagina precedente | Pagina successiva
 Forum Locked  Discussione bloccata
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Salta a:
Comunità riesina nel web © 2000-02 Snitz Communications Vai in alto alla pagina
Snitz Forums 2000

Tradotto in italiano, modificato, testato, adattato e migliorato da:

Un clic qui x visitare il sito web