Comunità riesina nel web
Comunità riesina nel web
Home | Profilo | Registrati | Ultime discussioni | Utenti | Cerca | FAQ
Nickname:
Password:
Ricorda password
Dimenticato la Password?

 Tutti i Forum
 ARCHIVI
 DISCUSSIONI IN PIAZZA - 2007
 Buon Anno ?????
 Forum Locked  Discussione bloccata
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Autore  Discussione Prossima discussione  

Raffiu

159 Messaggi

Inviata - 01/01/2008 :  16:14:10  Visualizza il profilo
Mamma mia, altro che Buon Anno, di tutto e successo, incidenti, suicidi, omicidi, liti, sicuramente questa é solo una piccola parte della realtà e non aggiungo il dolore per i familiari della Thyssen Group.

Si nota benissimo che molti di questi incidenti sono causati dalla SPIRTIZZA di alcune persone inconscienti, da futili motivi, anche su come si cuoce la pasta, CCHIU COTTA, CCHIU CRUDA E SENZA SALI, motivi amorosi, di gelosia, di rispetto, eccetera eccetera.
Come dicevo in un messaggio precedente meglio restare a casa ed in famiglia.
Finalmente le feste sono terminate e finalmente, come oggi a mezzogiorno si puo tornare a mangiare naturale e italiano.
Infatti dopo dieci giorni DI ******* PI SASIZZA, non vi dico della pera cotta con la marmellata di mirtilli e filetto di struzzo quasi al sangue del pranzo di Natale alla zuppa DI CANI CA CURRI con gli asparagi di ieri sera, all'arrosto (si fà per dire) di maiale con una salsa che non sapeva di niente (sembrava pappa e farina) CCU LA RACINA COTTA IN SCATOLA,annaffiato con del vino Bordeaux (scadente e pieno di acidità e LAPPUSU)
Oggi siamo rimasti a casa, noi 4, rigatoni al ragù ed escalope di tacchino al limone, tutto speziato CCU L'ARIGANU, la SIMENTA DI FINUCCHIDDRU, li SPIZI di lu PAISI un buon nero d'Avola e caffé Lavazza fatto CCU LA CAFFITTERA DI LU PAISI.
L'anno prossimo chi vuole festeggiare festeggi da solo io me ne resto a casa.

Ecco comunque, alcuni articoli d'inizio anno, altro che pace e serenità.


Botti di Capodanno, un morto e 473 feriti
La vittima è un 30enne colpito in casa nel napoletano da un proiettile vagante mentre era a tavola


Giuseppe Veropalumbo con la moglie, in una foto scattata nel giorno del matrimonio (Ansa)
NAPOLI - Un morto e 473 feriti. È il bilancio del Viminale per i festeggiamenti di Capodanno. La vittima è un uomo di 30 anni, Giuseppe Veropalumbo, ucciso a Torre Annunziata, nel napoletano, mentre era a tavola con i suoi familiari all'interno della sua abitazione, centrato da un colpo di arma da fuoco poco prima di mezzanotte. Tra i feriti, c'è anche un bambino di 10 anni in gravi condizioni dopo essere stato colpito alla testa nel Casertano.

RAGAZZA UCCISA A REGGIO - Sempre durante i festeggiamenti per l'arrivo del 2008 c'è stata un'altra vittima: una ragazza di 17 anni, Duana Cornelia, romena, è stata uccisa a Rosarno, in provincia di Reggio Calabria, poco dopo la mezzanotte. Contrariamente a quello che sembrava dopo le prime ricostruzioni, si tratterebbe però di un delitto passionale (anche se la vicenda non è stata ancora chiarita). Il suo convivente, Giuseppe Ceravolo, 29 anni, è stato infatti fermato con le accuse di omicidio volontario e porto e detenzione illegale di armi. Sembra che tra i due, che convivevano da circa un anno, sia scoppiato un violento litigio, al termine del quale il giovane ha colpito la donna, morta poco dopo il suo ricovero all’ospedale di Polistena. Nei giorni scorsi la ragazza aveva deciso di interrompere la relazione sentimentale con Ceravolo dalla quale, due mesi fa, era nata una bambina.

MUORE DURANTE UNA FESTA - A Roma, un ragazzo di 15 anni, V.C., è morto durante una festa, anche se in questo caso si è trattato di un attacco epilettico. Intorno alle 23, il giovane ha detto di avvertire un dolore al braccio e di avere difficoltà a respirare: adagiato su un divano, ha perso immediatamente i sensi. Inutile la corsa in ambulanza verso l'ospedale San Giovanni.

BIMBO GRAVE - Da nord a sud, i botti di Capodanno hanno fatto centinaia di feriti. Un bambino straniero di 10 anni, figlio di un immigrato tunisino da diversi anni in Italia, è stato colpito alla testa da un proiettile mentre si trovava nel giardino della sua abitazione, a Trentola Ducenta, nel Casertano. Il piccolo, soccorso dai suoi familiari, è stato portato dapprima all'ospedale di Aversa e successivamente, per la gravità delle ferite, al Santobono di Napoli. Le sue condizioni sono preoccupanti.

FERITA MENTRE GUARDAVA I FUOCHI - A Palermo, una donna di 41 anni è stata colpita da un proiettile mentre era affacciata in balcone a guardare i fuochi di artificio, dopo la mezzanotte. Trasportata in ospedale, la donna è in gravi condizioni.

DA SUD A NORD - Nelle principali città italiane, il bilancio di Capodanno assomiglia insomma a un bollettino di guerra, anche se in alcuni casi le cose sono andate meglio rispetto agli anni scorsi. A Roma sono stati 36 in tutto i feriti: in almeno tre casi, ci sono state amputazioni dovute allo scoppio di petardi. Gli interventi in città sono stati leggermente inferiori all’anno scorso. A Napoli


Degrado a Milano (Marmorino)
e provincia ci sono stati invece 85 feriti, otto a Salerno e provincia. Il più grave è un uomo di 29 anni di Pompei (Napoli) che rischia di perdere un occhio per l'esplosione di un petardo. In provincia di Bari è di una trentina di feriti il bilancio di fine anno. Il più grave è un ragazzo di 23 anni di Santeramo in Colle che è stato ferito ad entrambe le mani per l'esplosione di un petardo: la mano sinistra è spappolata mentre la destra ha una ferita molto profonda. A Perugia 14 feriti, tra cui quattro minorenni. Il più grave è un folignate di 27 anni ricoverato in ospedale e che rischia di perdere un occhio. Due feriti gravi in Friuli: entrambi rischiano di perdere la vista. In Basilicata un uomo di 45 anni, di Policoro, è ricoverato in prognosi riservata a Matera per un trauma all'occhio sinistro causato dallo scoppio dei «botti». Due persone sono rimaste ferite anche nel milanese. Un giovane di 26 anni di Cinisello ha subito l'amputazione parziale di tre dita della mano destra: l'artifizio gli è scoppiato in mano. Altri interventi del '118' sono stati fatti per persone rimaste contuse nella calca di piazza Castello (dove si sono radunate per un concerto quasi diecimila persone), in piazza del Duomo (dove l'amministrazione comunale quest'anno non ha organizzato eventi) e fuori dai locali dove ci sono state alcune risse tra avventori. In provincia di Taranto il bilancio è di sei persone ferite. L'episodio più grave ha riguardato una donna che ha perso la vista ad un occhio per l'esplosione ravvicinata di un petardo.

SPAZZATURA IN FIAMME A NAPOLI - Capodanno di superlavoro soprattutto per i vigili del fuoco di Napoli. Cumuli di spazzatura in fiamme, con i roghi alimentati dalle micce dei fuochi pirotecnici e dei botti sparati a mezzanotte, sono stati segnalati in numerose zone della città, soprattutto nel centro storico e nel quartiere di Pianura. Decine gli interventi effettuati dai vigili, con tutte le squadre impegnate. Spazzatura in fiamme anche nei comuni di Quarto, Afragola e San Giorgio a Cremano, dove la situazione


Roghi a Napoli
rifiuti è più grave. Sempre un uso scriteriato dei fuochi è alla base dell'incendio di una ventina di autovetture e di una decina di appartamenti tra Napoli e provincia.

MACELLERIA ISLAMICA IN FIAMME - Una macelleria islamica è andata invece a fuoco a Milano in via Varesina 31. Le fiamme, non si sa da che cosa innescate, si sono sviluppate all'1,30 della notte del primo dell'anno e hanno danneggiato anche l'appartamento sovrastante e le auto parcheggiate di fronte. Alcuni abitanti hanno detto di aver sentito uno scoppio poco prima, ma alla polizia non risulta. Nessuno è rimasto ferito.

ROMA - Notte di San Silvestro di sangue per omicidi e vittime di disgrazie. A Torre Annunziata un padre di famiglia è stato ucciso da un proiettile vagante mentre giocava a carte. Nel Cuneese è finita in un duplice omicidio una festicciola di Capodanno a Racconigi, mentre a Rosarno un romena diciassettenne è stata uccisa dal suo convivente durante i festeggiamenti di fine anno. A Roma un quindicenne ha avuto un improvviso malore mentre era ad una festa in casa di amici ed è morto sul colpo. Infine lo scoppio di petardi ha causato decine di feriti, alcuni anche in modo grave.

L'uomo ucciso a Torre Annunziata è un trentenne padre di un bambino di un anno. Il proiettile, partito dall' esterno, ha perforato il vetro della finestra e lo raggiunto al cuore. La ragazza romena, giunta in Calabria due anni fa con i genitori, e madre di una bambina di due mesi, si trovava in casa, con il convivente italiano, padre della piccola, e con altre persone. Sarebbe stato lui a sparare ed ora è in stato di fermo per omicidio volontario, mentre sono ricercate altre due persone.

A Racconigi due giovani, uno italiano ed un minorenne albanese, sono stati uccisi a coltellate dopo una lite per motivi passionali. Con loro c'era una ragazza genovese di 20 anni. Il responsabile, già fermato, è un diciottenne. I colpi d' arma da fuoco esplosi per festeggiare sono stati la causa del ferimento di altre persone: a Palermo una donna di 41 anni è stata colpita mentre da un balcone guardava i fuochi d'artificio. Identica la circostanza in cui un' altra donna è stata ferita a Trani. Nel casertano sono stati cinque i feriti, tra cui un bambino di dieci anni che è in gravi condizioni. Spari, dunque. Ma anche i tradizionali botti non hanno risparmiato ferite gravi e amputazioni. Nel tarantino una donna ha perso la vista da un occhio a causa dell' esplosione ravvicinata di un petardo. Rischiano la vista anche due persone, un uomo ed un ragazzo di 17 anni, in provincia di Udine ed un trentenne di Pompei. Tanti anche i feriti alle mani nel maneggiare il materiale pirotecnico: a Palermo è stata necessaria l' amputazione di un braccio ad un uomo al quale era scoppiato un petardo in mano. Amputazioni anche alle mani per tre persone a Roma, una delle quali aveva raccolto un petardo da terra.

E rischia di perdere l' uso di entrambe le mani un ventitrenne in provincia di Bari, mentre ad un giovane ferito in provincia di Lecce i sanitari stanno tentando di salvare la mano ferita. Le cifre provvisorie più consistenti dei feriti dai botti sono quelle registrate nel Napoletano, un' ottantina, in Calabria, dove i feriti sono stati 20, e in Veneto, dove i feriti sono stati una ventina ma tutti lievi. Molti anche gli incendi che un po' ovunque hanno impegnato i vigili del fuoco per spegnere roghi causati dai petardi, soprattutto a Napoli dove i botti hanno incendiato anche i rifiuti accumulati in questi giorni.

MOLTI INCIDENTI STRADALI, VITTIME SULLE STRADE

- TRE MORTI NELL'INCIDENTE DI NAPOLI: In un incidente stradale lungo la tangenziale di Napoli sono morte tre persone. Sembra che le prime due vittime fossero all'esterno delle loro vetture, mentre la terza vittima, deceduta in un secondo tempo, era all'interno, quando sono state travolte da una macchina. Il fatto è accaduto poco prima dello svincolo di Agnano in direzione Pozzuoli. Le indagini sono affidate agli agenti della sottosezione della polizia stradale di Fuorigrotta.

- AUTO CONTRO MURO, GRAVE RAGAZZO: Un sedicenne residente a Belmonte in Sabina, in provincia di Rieti, è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Terni dopo essere stato coinvolto questa mattina attorno alle 6,45 in un incidente stradale lungo la E45 nella zona di San Gemini. Il ragazzo si trovava sul sedile posteriore di un Ibiza condotta da un ventiquattrenne residente a Poggio Bustone (Rieti) e sulla vettura viaggiavano altri due amici tutti residenti a Belmonte. L'auto stava percorrendo la E45 verso Terni quando all'altezza di San Gemini, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri, è sbandata andando a sbattere violentemente contro l'ingresso di una galleria. Sul posto sono intervenuti, oltre al personale dell'Arma, anche vigili del fuoco di Terni e ambulanze del 118. Le condizioni del sedicenne sono subito apparse gravi ed è stato ricoverato in ospedale in riserva di prognosi. Leggere ferite, invece, per gli altri tre giovani.

- DUE 17ENNE MORTI IN MOTO NEL NAPOLETANO: Due ragazzi, Antonino Insigne e Antonino Cacace, di 17 anni, sono morti in un incidente stradale a Massa Lubrense (Napoli). I due ragazzi erano in sella ad una moto di piccola cilindrata che, per cause in corso di accertamento,
Botti di fine anno, nessun morto ma tre feriti gravi

PALERMO - È di tre feriti gravi e undici lievi il bilancio dei festeggiamenti di fine anno con i botti a Palermo. Ad un uomo di 37 anni, a cui è scoppiato un petardo in mano, è stato amputato il braccio, un altro di 38 anni ha perso un dito; undici persone, tutte maggiorenni, sono state portate negli ospedali cittadini per ferite e ustioni.

Una donna di 41 anni di Palermo è stata colpita da un proiettile mentre era affacciata in balcone a guardare i fuochi di artificio, dopo la mezzanotte. La vittima, che vive nella zona della Fiera del Mediterraneo, è stata portata in ospedale ed è in gravi condizioni.

Nel Palermitano, inoltre, due commercianti di Terrasini - il titolare di un edicola e quello di un negozio di casalinghi - sono stati sorpresi dai carabinieri mentre vendevano fuochi d'artificio senza autorizzazione. I militari dell'Arma hanno sequestrato circa 70 chili di materiale esplosivo.

A Catania, un giovane di 34 anni è rimasto ferito gravemente all'occhio sinistro la notte scorsa a causa dei botti di Capodanno. È accaduto in un'abitazione di via della lucciola.

Il giovane, che ha detto di essere stato raggiunto all'occhio da un petardo sparato da ignoti, dopo essere stato medicato nel Pronto Soccorso dell'Ospedale Santa Marta, ha voluto lasciare il nosocomio

Ragusa - Si suicida a capodanno buttandosi da un ponte

RAGUSA - Un uomo di 50 anni, separato e con due figli, si è suicidato la notte di capodanno gettandosi dal ponte Costanzo sulla statale 115 Ragusa-Modica. I vigili del fuoco del distaccamento di Modica (Rg) sono ancora impegnati a recuperare il corpo aiutati dal nucleo elicotteri di Catania. L'uomo ha scritto una lettera lasciata ai familiari in cui spiegherebbe quali sono le ragioni che l'hanno spinto a suicidarsi.


Alabiso Maurizio
   Discussione Prossima discussione  
 Forum Locked  Discussione bloccata
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Salta a:
Comunità riesina nel web © 2000-02 Snitz Communications Vai in alto alla pagina
Snitz Forums 2000

Tradotto in italiano, modificato, testato, adattato e migliorato da:

Un clic qui x visitare il sito web