Comunità riesina nel web
Comunità riesina nel web
Home | Profilo | Registrati | Ultime discussioni | Utenti | Cerca | FAQ
Nickname:
Password:
Ricorda password
Dimenticato la Password?

 Tutti i Forum
 ARCHIVI
 DISCUSSIONI IN PIAZZA - 2008
 Il Senatore Antonino D'antona
 Forum Locked  Discussione bloccata
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Autore Discussione precedente Discussione Prossima discussione  

Salvatore

137 Messaggi

Inviata - 18/12/2008 :  11:26:39  Visualizza il profilo  Scrivi una mail all'autore
Il 18 Dicembre 1842 nacque a Riesi Antonino D’antona, Senatore dell’Italia Liberale, Scienziato illustre, rinomato chirurgo riconosciuto a livello internazionale. Oggi ricorre il 166 anniversario della sua nascita, mi piace ricordarlo con il capitolo che Salvatore Ferro gli dedicò nel suo libro “La storia di Riesi”, che trovate anche in questo sito nella sezione Storia/Arte/Cultura/Tradizioni: http://www.riesi.com/riesi/cartella/storiariesisf.asp

<<Grandeggia su tutti la grande figura dell’illustre Senatore Antonino D’Antona, chirurgo di fama mondiale, al quale gli dedichiamo il presente capitoletto a parte. È con orgoglio che lo facciamo, quantunque crediamo che la nostra povera penna sia insufficiente a trattare la vita di questo grande figlio di Riesi che onorò tutta la Sicilia e l’Italia. L’anno 1842 ebbe i natali Antonino figlio di Don Luigi D’Antona e Concetta Debilio. Morto il padre, prima di chiudere gli occhi raccomandò la sua prole al fratello Parroco dicendogli: A voi, P. Arciprete, raccomando i miei figli e le mie figlie pensateci voi. E Io zio-prete assolvette il suo compito. Ragazzo irrequieto, Antonino fu chiuso nel Collego di Bronte. Terminati gli studi secondari andò a Palermo a frequentare l’Universjtà in medicina, specialjzzatosi nella chirurgia. I suoi contemporanei ce lo descrivono da giovane molto amante del la caccia; quando andava coi compagni al lago di Papardone, uccidendo una beccaccia o qualche altro animale, li scorticava con le dita, facilmente, esaminando minutamente le singole parti. Era nato, ci dice un suo discepolo, per adoperare il coltello. Laureatosi, brillò nella patologia. Ma qui a Riesi, nel suo paesetto natale, non sapeva cosa fare; non poteva dimostrare la sua abilità: laonde decise di espatriare. Il Dott. D’Antona si recò a Napoli, nella metropoli partenopea c’era posto anche per lui, ma comprese che ci voleva del tempo per farsi il nome ed avere una estesa clientela. Coi mezzi che aveva disponibili, decise di viaggiare. Girando negli ospedali di Parigi, Londra, Berlino, Milano apprese a maneggiar bene il bisturi. Ritornato a Napoli, vi aprì la sua clinica. Ben presto la sua fama s’impose all’attenzione di tutti. Egli in questo caso si acquistò la stima dei professori universitari il rispetto dei cittadini. Nominato libero docente, ancor giovane, all’Università, con la sua clinica di Gesù e Maria, gli studenti da tutte le parti d’Italia accorrevano a Napoli per le operazioni del Dott. Prof. Antonino D’Antona, il cui braccio fermo, sicuro, dava la vita, facendo veri mirali. La sua fama si sparse in Europa ed egli accorreva ovunque era chiamato. Inventò il francipietra, strumento col quale si liberarono i sofferenti di arenella o mal pietra; mentre prima ne morivano il 50 per cento, col francipietra si salvano il 90 per cento. Nominato Senatore verso il 1881 venne a dar lustro alla casa D’Antona; lo zio Parroco visitandolo spesso, acquistò ivi il lago di Patria presso la Città, lago che costituisce una bella rendita. Gli invidiosi del Prof. D’Antona gli intentarono nel 900 un processo a cagione della morte del conte Buon Martino, pugliese, il quale trovarono un pezzetto di gazza nel fegato. I giornali ne fecero tanto chiasso, ma l’alta Corte di Giustizia, assolse il Senatore D’Antona perché innocente, estraneo al fatto. La fama non gli fu per nulla oscurata, anzi gli si accrebbe, rifulgendo i meriti del nostro grande concittadino. Nel congresso chirurgico di Berlino fra gli scienziati (1893), egli fu ammirato congratulato, parlando del processo infiammatorio delle ferite. Amante della famiglia, Don Antonino veniva di tanto in tanto a Riesì, dopo la morte del Parroco, per visitare i suoi parenti; il Giornale di Sicilia, sapendolo, lo chiamava l’illustre scienziato siciliano. Sapendolo qui, molti dei paesi vi­cini, venivano ad ossequiarlo, invitarlo. La festa. della Madonna, mentre era affacciato di giorno al balcone del fratello Rosario in piazza, un terribile omicida rese un povero calzolaio Riesino, con le viscere di fuori. L’esperto chirurgo sceso, fattosi largo tra la folla, levatasi la giacca, prese il grave ferito, gli ritirò gli intestini, in un attimo gli cucì la larga ferita di trincetto e lo consegnò ai medici del paese. Quell’uomo riebbe la vita per il pronto intervento della mano chirurgica del Senatore D’Antona. Guarito che fu il calzolaio, vistolo di passaggio Caltanissetta, gli si buttò ai piedi, baciandogli le mani, offrendogli quel che poteva; ma il carissimo professore non solo non volle nulla, ma andato a casa, vista la disagiata posizione, lo beneficò. Chi passando per Napoli, dei suoi concittadini che lo andavano a trovare, non ebbe accoglienze, onori e soccorsi in caso di bisogno?Chi non protesse egli? Beati coloro che muoiono seguiti dalle loro buone opere; ma gli uomini non durano eterni. Il Senatore D’Antona, a 74 unni, scese nella fossa a Napoli nel 1916. Ad eternare la di lui memoria, per ricordare ai posteri il nome del Prof. Antonino D’Antona, un Comitato nel 1826 si formò Sotto la presidenza del Dott. Mumuli, Direttore dell’Ospedale civico di Mazzarinuo per innalzargli un monumento. Detto rnonumento, in mezzo busto in bronzo con un piedistallo di granito venne scoperto in mezzo ai fiori nella piazzetta omonima dinanzi la casa paterna il 29 Giugno del. 1929, alla presenza di S. E. il Prefetto, di altre Autorità della provincia e di tutto il po­polo riesino. L’epigrafe, dettata dal Cav. Ugo Rossi Commissario Prefettizio del tempo, dice:
“Nel bronzo sublime Riesi nome e gloria purissima consacra del suo grande figlio Antonino D’Antona Senatore del Regno FARO LUMINOSO DELLA CHIRUIRGIA ITALIANA”
Piazzetta e monumento adornano il centro dell’abitato ed è l’ammirazione dei forestieri, i quali, fermandosi a guardare la statua, neapprendono chi fu colui che lasciò un nome grande.>>


Una frase su tutte: “[…] crediamo che la nostra povera penna sia insufficiente a trattare la vita di questo grande figlio di Riesi che onorò tutta la Sicilia e l’Italia.”





Salvatore Granata

nessuno570

189 Messaggi

Inviato - 18/12/2008 :  12:09:38  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
IL LINK NON FUNZIONA !!
Vai in alto alla pagina

Salvatore

137 Messaggi

Inviato - 18/12/2008 :  12:18:20  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
Grazie per la segnalazione c'era un punto in più, adesso il link dovrebbe aprire.


quote:
Originalmente inviata da nessuno570

IL LINK NON FUNZIONA !!



Salvatore Granata
Vai in alto alla pagina

sb

771 Messaggi

Inviato - 18/12/2008 :  19:14:59  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
CIAO SALVATORE, PER DARE PIÙ SPESSORE ALLA FIGURA DEL SENATORE:

http://notes9.senato.it/Web/senregno.NSF/643aea4d2800e476c12574e50043faad/d9ec3060e0b2076f4125646f005ab18b?OpenDocument






salvatore buttiglieri






Vai in alto alla pagina

Salvatore

137 Messaggi

Inviato - 18/12/2008 :  20:29:08  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
Ciao Salvatore ti ringrazio per la segnalazione, conosco quel link e non l'ho segnalato proprio perché, per parafrasare il libro del Ferro, non basterebbe l'intero inchiostro di una o più penne (in questo caso la tastiera di un PC o i vari link sul personaggio), per ricordare la figura di un grande figlio della nostra amata Riesi che, purtroppo, ne ha perso memoria!
Un abbraccio.


Salvatore Granata
Vai in alto alla pagina

giuseppe.fiore

119 Messaggi

Inviato - 20/12/2008 :  15:11:08  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
CIAO MIO GRANDISSIO AMICO TI SALUTO CON IMMENSO PIACERE,HAI SCRITTO UN LIBRO SUL SENATORE D´ANTONA E STATA UNA FIGURA IMPORTANTE NELLA STORIA DI RIESI E NAZIONALE.SALVAORE TI AUGURO A TE E FAMIGLIA UN SERENO NATALE E UN FELICE ANNO NUOVO DA PEPPE FIORE
Vai in alto alla pagina

Salvatore

137 Messaggi

Inviato - 20/12/2008 :  17:07:17  Visualizza profilo  Scrivi una mail all'autore
quote:
Originalmente inviata da giuseppe.fiore

CIAO MIO GRANDISSIO AMICO TI SALUTO CON IMMENSO PIACERE,HAI SCRITTO UN LIBRO SUL SENATORE D´ANTONA E STATA UNA FIGURA IMPORTANTE NELLA STORIA DI RIESI E NAZIONALE.SALVAORE TI AUGURO A TE E FAMIGLIA UN SERENO NATALE E UN FELICE ANNO NUOVO DA PEPPE FIORE



Carissimo amico, come stai? Spero bene! Non ho scritto un libro sul Senatore D'antona, anche se non nascondo che mi piacerebbe... Ho solo voluto ricordare l'anniversario della sua nascita, tutto qua! Salutandoti con affetto auguro a te e famiglia un sereno e santo Natale.

Salvatore Granata
Vai in alto alla pagina

Aristotele

2098 Messaggi

Inviato - 21/12/2008 :  08:00:03  Visualizza profilo
ARiesi l'ex assessore comunale il prof. Miccichè all'epoca assessore alla cultura del Comune di Riesi fece un libro drdicato al sen.Antonino D'Antona, l'ho visto ed è fatto bello ed interessante.

La nostra associazione Amici di Riesi stà varcando due strade...
La prima abbiamo fatto istanza presso il Comune di Riesi per far ristampare il libro, visto che è di interesse pubblico riesino.

La seconda se la prima non potrà essere fatta, per ovvi motivi, che non sto' qui a dire, se ci daranno l'autorizzazione per poter effettuare la ristampa, la faremo noi come associazione.

Vedremo gli eventi, una cosa posso anticipare, che è in fase di costruzione un libro sulle piu' alte personalità della vita sociale e politica, ed imprenditoriale che Riesi ha avuto, ed uno spazio sarà dedicato al sen.Antonino D'Antona.

cordialmente

Arturo Testa
Vai in alto alla pagina
  Discussione precedente Discussione Prossima discussione  
 Forum Locked  Discussione bloccata
 Segnala ad un amico
 Versione stampabile
Salta a:
Comunità riesina nel web © 2000-02 Snitz Communications Vai in alto alla pagina
Snitz Forums 2000

Tradotto in italiano, modificato, testato, adattato e migliorato da:

Un clic qui x visitare il sito web