AUDIO/VIDEO CULTURALE - DDRÀ BBANNA RIESI - L’INNO DEI RIESINI

a cura di Rosario Riggio e Francesco Rindone

L'immagine che si visualizza nel filmato è di: Veronica Granata

TAVOLATA DI SAN GIUSEPPE - Associazione Culturale Amici di Riesi/Genova

CANZONE DDRÀ BBANNA RIESI

 VERSIONE ACUSTICA - Durata 02:31


Opera di dominio pubblico, autore ignoto - Musicata e arrangiata da Francesco Rindone - Voce, cori e chitarra di Francesco Rindone - Adattamento testo e ritornelli di Rosario Riggio - Missaggio: Stefano Conrotto - Incisa a Settimo Torinese (Torino) il 28 - 01 - 2011
 

 

CANZONE POPOLARE RIESINA –DDRÀ BBANNA RIESI,  L’INNO DEI RIESINI

 La canzone -Ddrà bbanna Riesi- pubblicata sul sito www.riesi.com gestito PRIVATAMENTE da Giuseppe Ferro con la collaborazione, per la parte della cultura popolare e artistica, di Salvatore Granata e Rosario Riggio è un ulteriore lavoro, che tramite questo spazio virtuale, si vuole offrire alla comunità riesina. 

 REGISTRAZIONE MUSICALE DELLA CANZONE

 In questa registrazione sono state fatte delle lievi modifiche, rispetto al testo originale riesino, inserendo il titolo, il verso finale che generalizza a tutte li picciutteddri riesine e i ritornelli musicali della partitura Amurusa di Alfio Pulvirenti, a cura di Rosario Riggio; mentre la parte musicale e la melodia è stata curata da Francesco Rindone. Questa elaborazione è  frutto di un incrocio melodico e musicale tra la parte storica e l’arrangiamento moderno, fatto con perizia dal cantautore Francesco Rindone, per dare maggiore fruibilità musicale, al fine di consentirne una ripresa dell’uso popolare.

 CANZONE ''DDRÀ BANNA RIESI''

-VERSIONE ACUSTICA

 - Opera di dominio pubblico, autore ignoto

- Durata 02:31

- Musicata e arrangiata da Francesco Rindone

- Voce, cori e chitarra di Francesco Rindone
- Adattamento testo e ritornelli di Rosario Riggio

- Missaggio: Stefano Conrotto

- Immagine della copertina, Veronica Granata

- Incisa a Settimo Torinese (Torino) il 28 - 01 - 2011

 TESTO ADATTATO VERSIONE ACUTICA –DDRÀ BBANNA RIESI

 -Ritornello musicale

 Mi nn’e ghiri ddrà bbanna Riesi

unna ci su’ pagliara cumu li casi.

Ci su’ tri picciutteddri cumu li rosi

una di chissi tri mi dissi: “trasi”.

 -Ritornello musicale

 Mi dittiru a mangiari tanti cosi:

nuci, nuciddri, castagni e cirasi.

Ora, nu’ nni vugliu chiù di chisti cosi

vugliu la zita, la roba e li casi.

 -Ritornello musicale

Mi nn’e ghiri ddrà bbanna Riesi

unna ci su’ picciutteddri cumu li rosi.

La copertina riporta il viso di Veronica Granata, un riconoscimento alla carriera della giovane cantante riesina, che vive a Palermo, per il successo che sta ricevendo in diverse manifestazioni canore. La scelta di Veronica rappresenta la bellezza di li picciutteddri citate nella canzone popolare riesina. Bellezza esteriore, interiore e artistica.

Veronica, anche in onore della Statua di la Veronica - vera icona - simbolo della Festa di Pasqua riesina, che rappresenta una parte importante della festività pasquale, del territorio riesino (Monte Veronica, nota come la Muntagna) e della storia del paese. L’immagine del paese che cambia, mantenendo viva la storia della comunità.

Il lavoro della canzone Ddrà bbanna Riesi, per  un ritorno della canzone popolare riesina più antica risalente al 500, è stato svolto tra Torino e Settimo Torinese.

La riproposizione del canto riesino, Ddrà bbanna Riesi, ha l’obiettivo di renderla nuovamente popolare, soprattutto verso le nuove generazioni, con lo scopo di farne l’inno dei riesini.

La canzone verrà registrata in altre forme e con altri soggetti, soprattutto femminili, per creare diverse versioni utili per differenti occasioni.

L’Associazione Piacere Sicilia rivolge l’invito alla Banda musicale riesina di proporla come presentazione delle iniziative che riguardano Riesi, inserendola nel proprio repertorio musicale.

A tal proposito, l’Associazione Piacere Sicilia invita il Sindaco di Riesi e il Presidente del Consiglio comunale a valutare l’opportunità di rendere la canzone -Ddrà bbanna Riesi- inno popolare ufficiale del Comune di Riesi.

Il lavoro di ricerca, elaborazione e riproposizione dura da alcuni anni. I partecipanti a questo lavoro vogliono rendere la canzone - Ddrà bbanna Riesi - un omaggio ai riesini, dedicandola in particolare alle picciutteddri, motivo principale del canto.

NOTA - Giornale di Sicilia 2-6-2008 RIESI.(*debu*) Una nuova versione del Canto popolare “Amurusa”. È il proposito di Rosario Riggio componente del direttivo Are (associazione riesini emigrati) per far apprezzare ancora di più il famoso canto, meglio conosciuto come componimento poetico, dove si rievoca la bellezza delle donne riesine. “Bisogna capire intanto - dice Riggio - a quale epoca risale il motivo musicale che sicuramente rappresenta per noi un patrimonio storico e da riscoprire”. (….).

Are -Associazione Riesini Emigrati- oggi Associazione Piacere Sicilia.

BREVE STORIA DELLA CANZONE POPOLARE

Questa canzone ha tutte le caratteristiche per essere l’inno della comunità riesina perché storicamente rappresenta il canto più antico. Secondo Salvatore Ferro, La storia di Riesi (1934), la Canzone popolare più antica su Riesi e le riesine compare già al primo tentativo della costruzione del Casale riesino nel 500: Una canzone contadinesca che si accompagna con lo SCACCIA PENSIRI, lo strumento tradizionale dei nostri contadini, rispecchiando quei tempi e quei luoghi. La canzone ricompare dopo 135 anni, alla costruzione del definitivo Casale di Riesi, e la vecchia canzone si ripete.

La canzone popolare, ha diverse versioni: quella comisana (scoperta nel 2007) dal titolo Amurusa: Cummari c'ata persu lu picciuni, / ciamati "vitti, vitti" ca vi veni. / Ju l'haiu vistu ddà-bbanna Riesi, / unni ci su’  pagghiara comu chiesi. // Ci su tri picciutteddi comu rosi: / una di chissi tri mi dissi: "trasi"; / mi rièsiru a mangiari tanti cosi: / nuci, nuciddi, castagni e cirasi. Canzone pubblicata dal Maestro Alfio Pulvirenti nel 1938: MUSICHE POPOLARI DI COMISO. Raccolte per i Cori Siciliani del Maestro Alfio Pulvirenti nel 1938; e quella riesina, con il titolo attribuito in questa canzone -Ddrà bbanna Riesi: Mi nna je ghiri ddrà bbanna Riesi / unna ci su’ pagliara cumu li casi. / Ci su’ tri picciutteddri cumu li rosi / una di chissi tri mi dissi:  “trasi”.  // Mi dittiru a mangiari tanti cosi / nuci, nuciddri, castagni e cirasi. / Ora, nu’ nni vugliu chiù di chisti cosi / Vugliu la zita, la roba e li casi. Fonte: Maria Caterina Riggio (dettatura). L’opera a Riesi è conosciuta normalmente come poesia popolare.

Le due canzoni popolari hanno significati diversi, pur seguendo la stessa metrica e avendo il medesimo soggetto, cioè Riesi e le riesine.

La comisana, nasce dal punto di vista del migrante ed è cantata in terza persona, in forma molto allusiva: Cummari, ca ata piersu lu picciuni… / Iu l’haiu vistu ddà bbanna Riesi-; la seconda, la riesina, appare come una reinterpretazione della versione comisana,  ed è cantata in prima persona: Mi nna je ghiri ddrà bbanna Riesi. La canzone riesina inizia sempre dalla visione di un forestiero, con l’aggiunta della parte finale più dolce che porta a lu zitaggiu con un buon partito: Vugliu la zita, la roba e li casi.

Questo aspetto della storia riesina può essere utile, per interpretare la storia alla luce degli occhi della curiosità, verso un passato per troppo tempo bistrattato e per capire meglio la vena artistica dei riesini. Tutto ciò, oltre la curiosità verso la storia, per contribuire a vitalizzare il paese.

La canzone popolare Amurusa versione comisana e versione riesina -Ddrà bbanna Riesi, al momento sono oggetto di studio da parte dell’etnomusicologo Dott. Giuseppe Giordano di Palermo, con la collaborazione di Salvatore Granata.

Lo studio è finalizzato a elaborare il significato della canzone, dello spartito musicale, della versione Amurusa di origine comisana e il collegamento con la versione riesina, per una successiva pubblicazione storica e registrazione musicale in forma originale presso gli enti competenti.

A questo lavoro seguirà un libretto per approfondire il significato della canzone popolare riesina Ddrà bbanna Riesi e la pubblicazione di un cd musicale.

Torino 09 marzo 2011 - Prof. Rosario Riggio