Forum di discussione 

Torna alla Homepage

IL PAESE DEI TUTTOFARE

Autore: lemotimografo

Perchè in questo splendido paese nessuno ha l'umiltà di starsene al suo posto? Tutti sanno tutto e, soprattuto, credono di potere o saper far tutto, anche il mestiere degli altri. Chi dovrebbe gestire la cosa pubblica, oltre alle idee, non dovrebbe possedere quel pizzico di "forma mentis" che dovrebbe costituire una sorta di marcia in più? E allora, per favore, svegliamoci. Non è l'ora di cacciare a pedate questi lestofanti tuttofare?


Autore: ARISTOTELE

Una delle prerogative, del nostrocarattere siculo-riesino, è stato sempre quella di sapere sempre tutto e dire sempre l'ultima, l'umiltà a volte non si sà in quale casa essa abita. Se mi consenti di dirti come la penso io, quindi parere strettamente personale,sai quando ci si presenta per amministrare la cosa pubblica, in genere, si ci presenta perchè penso che ogni singolo candidato, abbia l'accortezza di essere un tantino preparato, per tale compito,o quanto meno, avere delle doti, che possano contribuire, a far meglio intervenendo in modo attivo alla vita politica. Ma c'è un pero', come hai visto nelle ultime elezioni, a Riesi, ci sono stati ben 244 candidati, nulla toglie il fatto che per legge tutti si possono candidare, nulla toglie, che tutti hanno le possibilità di riuscita nel loro intento, ma se andiamo ad analizzare i candidati, nulla di male me ne vorranno, ci sono stati candidati, che nemmeno sanno leggere e scrivere, allora mi pongo il quesito, c'è qualcosa di strano se un libero cittadino anche se analfabeta decide di candidarsi?? Oppure seguendo il tuo giustissimo discorso, che chi amministra la cosa pubblica dovrebbe in genere avere qualche marcia in piu??. Vedi queste sono problematiche, perchè se dici che limiti le candidature, facciamo una selezione, quindi in un certo modo lesiamo un diritto. se invece la selezione la facciamo, allora ci si accusa, di dire ma quello chi ie' migliu di mia?? ecco cosa subentra, il carattere, che avevo descritto all'inizio, che tutti sanno tutto, e che nessuno e secondo a nessuno. I lestofandi tuttofare, per mandarli a casa bisogna non avergli dato il voto, perchè a Riesi si usa che chi ha 100 voti è un generale, chi invece ha il suo voto solamente è un soldato capito adesso?? Allora tutto questo si puo' superare solo se culturalmente si cresce, cioè se quando si va a votare, per una volta non si guarda al parente, ma si vota per persone, che secondo l'opinione pubblica, possono fare il mestiere di amministratori della cosa pubblica,bisogna avere l'intelligenza cosi' come fanno al nord, di votare chi presenta il programma migliore, o quelle persone che auspicano fiducia,fregandosene del parente che è in lista, invece ancora adesso a Riesi si va a cercare la persona che ha una miriade di parenti e che non siano sciarriati l'uno all'altro, cosi' si assicurano quel pacchetto di voti, che consentiranno poi a guidare le sorti del paese. L'argomento è vastissimo ci vorrebbe molto piu' tenpo in ogni caso questa è una delle prime opinioni che ho in merito magari piu' in là riprenderemo il discorso, ti saluto ciao Aristotele