Forum di discussione 

Torna alla Homepage

Mafia.. o no?

Autore: Res non Verba

Mi chiedo semplicemente una piccola domanda: Come mai la CdL ha perso Roma e conserva Palermo? Forse il gioco Mafia_Berlusconi é ancora presente? Apro il dibaddito!


Autore: Hanghenghe

il gioco Mafia_Berlusconi é ancora presente?"..... In riferimento al voto di domenica, in Sicilia in particolare. Forse... ma forse... chi lo sa? Comunque è troppo facile dire che è per volontà della mafia che hanno vinto e stravinto in Sicilia quelli della C.d.L... perchè bisogna considerare anche i siciliani... in fondo il VOTO rimane, in ogni caso, sempre libero e segreto. La mafia c'è e non si vede, per le strade di Palermo e province siciliane, ma agli atti depositati nei vari tribunali ci sono nomi e cognomi - e che nomi e cognomi - che se pur assolti con formule empiriche, prescritti, eccetera, rimangono inseriti nel circuito mafia coma da verbale di sentenza delle varie corti; poi ci sono anche le commissioni parlamentari riempite da avvocati della mafia che svolgono come attività quella dell'antimafia; poi ci sono le richieste avanzate dalla mafia alla politica della C.d.L. come se fosse un associazione sportiva... sono cose evidenti e sotto gli occhi di tutti. Il problema vero non è la MAFIA ma l'IMMATURITA' del popolo siciliano che non sente il reale bisogno di liberarsi da questo fenomeno: cancro e cura allo stesso tempo. E’ come la sindrome del rapito che si sente protetto dal rapitore. La Mafia non è un problema di delinquenza organizzata , ma un fatto storico, sociale e politico, e bisogna risolverlo con una seria analisi storica, un 'azione sociale che deve essere portata avanti dalla politica, in primo piano, dei siciliani. Leggo la storia della cattura di Riina, u Zi Totò, e penso sempre di più che la cosa è stata uno specchietto per le allodole per il popolo.... perchè hanno solo cambiato il vertice dell'ORGANIZZAZIONE, un cambio di strategia: politica e poi mafiosa. Politica: Basta vedere cosa hanno fatto delle leggi sul “pentimento”, VERA MANNAIA PER LA LOTTA ALLA MAFIA, che dopo le stragi di Falcone e Borsellino - coloro che hanno dimostrato, con la loro morte la validità di quella strategia – si sono affrettati a cambiarle con la scusa del MORALISMO… della domenica. Il MORALISMO e non la strategia. Con il moralismo si combatte il peccato della morale del pisello e non la MAFIA in Sicilia. Mafiosa: Basta vedere come si sono appartati come l’Araba Fenice, in fondo in fondo il loro potere, da campiri, è stato rinforzato in cambio della “scomparsa” sul piano pubblico. La mafia arriva sempre dopo la politica, perchè non è altro che LU CAMPIRI in terra di SICILIA e per quanto sperti possono sentirsi, i mafiosi: come capiri sono nati e come tali devono comportarsi e se non rispettano i PATTI gli danno il 41 Bis…. Accussì il popolo è contento e i politicanti pure. La domanda che pongo a questo punto è questa: Il popolo siciliano vuole VERAMENTE liberarsi dalla mafia?


Autore: RRRRRRRRRRRRRRRR

Sei completamente fuso,forse la colpa è di Berlusconi. Oltre a essere il capo della mafia è anche corruttore di giudici,ladro,criminale,disonesto, ecc, ha pure la capacità di fare impazzire milioni di persone come te. Io non dormo e penso a te,non mangio e penso a te,non bevo e penso a te, sempre penso a te. E finiscila di dire cazzate in continuazione e pensa con la tua testa se ne hai una. Saluti


Autore: C.S.I.

Caro RRRRRRRRRRRRR non hai capito una emerita minchia di quello che voleva dire Hanghenghe heheeheheh


Autore: Hanghenghe

RRRRRRRRRRRRRR ma cosa dici, dove vivi, non ho nominato Berlusconi... anche se centra nel discorso.... Alla prossima ti faccio venire li capiddri dritti per quello che continuerò a scrivere: le mie strane teorie.... eheheheheheh... Io mangio, dormo, e faccio tutto quello che c'è da fare regolarmente perchè, francamente, per pensare che Belusconi è incapace a pure farabbutto bastano cinque minuti alla settimana...


Autore: Gengo

invece hanghenghe Berlusconi per lei rappresenta un ossessione e un fatto personale che non centra niente con la politica. tutti addosso a berlusconi perchè deve essere così per voi sinistrati.


Autore: C.S.I.

Certo.


Autore: Hanghenghe

La mafia come campieri del potere, quello vero, è la storia dell' '800 e del '900 della Sicilia. I campirei dei feudatari sono la stessa cosa dei bravi di Don Rodrigo, con una differenza: i bravi sono finiti con le signorie e i signorotti di turno, con l’evolversi delle società di riferimento; mentre i campirei si sono coalizzati in forma associativa prestando opera di supplenza al potere costituito di turno, ieri come oggi. La Sicilia non è cresciuta in questo senso, ed è ferma all’ottocento, con una forma di potere giudiridico-poliziesco, di supplenza, affidato alla mafia, al servizio del VERO potere, politico ed economico. Ogni siciliano è conscio di questa forma di potere giudiridico-poliziesco esercitato dalla mafia, per appalto del potere, e ne teme le conseguenze, che vanno: dalla minaccia, all’esilio, fino alla pena di morte. Pene codificate nei codici mafiosi che tutti conosciamo e rispettiamo per paura o per riconoscenza, come se fosse il potere costituito dello Stato. La Sicilia era un feudo terriero con i campieri a guardia del potere. La Sicilia è un feudo elettorale con i campieri a guardia del potere.