Forum di discussione 

Torna alla Homepage

CONDOGLIANZE E SOSTEGNO!

Autore: EMIGRATO

Propongo che vengano inseriti dei messaggi di solidarietà per le famiglie colpite dall'ultimo attacco terroristico contro gli uomini in armi che sostenevano la missione di pace in Irak! Penso che il web possa. alla fine copiarli ed inviarli alla caserma dei carabinieri di Riesi o di Caltanissetta! Esprimo per primo il mio sostegno morale per tutti coloro che sono stati colpiti nel proprio essere a causa della scomparsa di uno dei loro cari. All'arma esprimo il profondo dolore per la morte dei carabinieri, dei militari e dei civili Caduti in un vile attentato a Nassiriya nell'adempimento del sacro dovere a difesa della pace. Infine a tutti i nostri soldati, ancora in forza in Irak, la speranza di ritornare al più presto nella nostra patria! L'Emigrato


Autore: Hanghenghe

Dal Carabiniere (filosofo) Giuseppe Coletta, caduto in Iraq: "Cordiali saluti da questo luogo pieno di storia che la pochezza dell'uomo rende infelice". Non c'è da aggiungere altro a questa frase poetica e profetica. Condoglianze alla Patria italiana.


Autore: Antonino Cannizzaaro

A nome mio personale ,ed a nome della collettività italiana della circoscrizione consolare di San Gallo (Svizzera) ,nel condannare ogni forma di terrorismo in qualsiasi parte del mondo,mi associo al cordoglio dell'intera comunità civile internazionale,italiana certamente,per il vile, miserabile ed infame attacco ordito ai danni di uomini in Missione di Pace ! Esprimo i sensi del piu' sincero dolore e cordoglio agli addoloratissimi familiari, all'Arma dei Carabinieri ed all'Esercito Italiano.- Mi associo alla speranza espressa dall' "Emigrato" affinchè tutti i nostri soldati,ancora in forza in Irak,ritornino al piu' presto in Patria.- Antonino Cannizzaro Presidente COM.IT.ES di San Gallo


Autore: Mario

Illustri Emigrato e Antonio Cannizzaro di San Gallo, è giusto che avete come del resto c'è l'ha, l'intera NAZIONE ITALIANA, lo sgomento, il rattristimento, ed il dolore, per la perdita di uomini che sono stati mandati in missione di pace, ma questo non deve farci abbattere, perchè di Italiani fuori in missione c'è ne sono 9000 sparsi in tante parti del mondo. E' vero che tanti di questi uomini sono di ferma, e quindi sanno che tutte le missioni, sono pericolose, e potrebbero non tornare a casa, ma è anche vero che i Carabinieri sono periti anche in terra natia, per mano dei terroristi, o per mano della mafia, o per mano di gente squilibrata. Ma nessuno neanche voi avete mai chiesto di fare abbandonare il servizio agli altri colleghi che sono presi a difendere la libertà in Italia, e per contribuire, alla crescita della democrazia, in queste terre dove vengono mandati, ad adempiere alle missioni, di PACE. Non dobbiamo farci strumentalizzare, con frasi degni del migliore SCIUACALLAGGIO, da pèarte di pochi esponenti politici, che stanno nella estrema sinistra italaina, neanche i DS, e quelli della Margherita, vogliono che gli Italiani rientrino in Patria, anzi ancora piu' forte, è la convinzione di stare in quei posti ad garantire la fase per la realizzazione della PACE, e della DEMOCRAZIA. Mi meraviglio che un presidente dei CoMites, intervenga in questa direzione, forse magari ho il dubbio che solo lei mi puo' chiarire, che visto che lei abita a San Gallo, non è nemmeno entrato in Italia a servire la sua PATRIA, facendo il servizio Militare.La PATRIA, signori miei non si serve scrivendo su un guest, o su un forum, la PATRIA, si SERVE con tutti i CRISMI, partendo dal SERVIZIO DI LEVA.


Autore: ALLOS

A MARIOOOOOOooooooo... HAI UN SENSO DELLA PATRIA DA CARTOLINA FASCISTA: A SDRIVIGLIATI.


Autore: Antonino Cannizzaro

Mario,non ho nessuna voglia di polemizzare,ma alcune precisazione sul tuo sproloquio mi vedo costretto a farle : 1° -Non certamente per colpa mia e dell'Emigrato, a partire dal 2005 non ci sarä piu' il Servizio di Leva ( basta leggere i giornali e seguire i notiziari l'amor di Patria non l'hanno allora i legislatori ?) 2° -Sono pacifista per principio ( me ne vuoi fare una colpa !? ); 3° -Sono uno dei milioni di italiani,milioni di europei ed altrettanti milioni di gente di tutti i continenti che ritenevano l'intervento avvenisse sotto l'egida ed il controllo delle Nazioni Unite ( oggi è la stessa America a chiederlo) non prima di assicurarsi che le "armi chimiche" esistessero veramente e non nella fantasia dei consiglieri di Busch :non c'erano ! 4°- La ° DEMOCRAZIA ° non si puo' imporre con la forza : la storia è piena di esempi ! E non mi si venga a dire che a Cuba, Fidel Castro è un esempio al contrario, perchè a questo punto bisogna " studiare " la storia di Cuba prima di Castro,nè il popolo cubano ha "qualcosa" da spartire con il popolo irakeno,con il doveroso rispetto per entrambi i due popoli. 5° - Se fare politica è considerato "sciuacallaggio" perchè si è di opinione diversa,W la DEMOCRAZIA di MARIO ! La SINISTRA Italiana,tutta intera la SINISTRA facente parte DELL'ARCO COSTITUZIONALE merita tutto il rispetto.Io sono iscritto al Partito Socialista di Boselli ! 6° Mi sono associato alla speranza espressa da l'Emigrato perchè come sostenuto da varie parti,D.S. -Margherita -Partito Socialista,pur sostenendo il non immediato rientro,hanno sostenuto e chiesto maggiore sicurezza per i NOSTRI in Irack,cambiando politica e,guarda caso,ora,mi ripeto,è Busch a volere cedere tutto nelle mani dellONU; 7° -Avrei potuto risparmiarmi questa fatica se avessi detto subito : ieri mattina, due elicotteri abbattuti e 17 soldati americani periti ! Dove è la sicurezza.! - Mario,non ho capito cosa vuoi dire a proposito dei caduti per mano del terrorismo e della mafia in Italia..... "neanche voi (usi il linguaggio di quelli che parlano di calcio) avete chiesto " : ma che ti viene in mente !? NOI,tutti noi (la sinistra)siamo per la legalità,lo siamo sempre stati ed abbiamo considerato le forze dell'ordine nostri custodi. Noi piangiamo ancora caduti di Portella della Ginestra i Giudici morti ammazzati,il Generale della Chiesa,ecc.-e non ci diamo pace ( non sono fuori tema,stai tranquillo ); Sul concetto di Patria non meriti risposta perchè ad un emigrato non si dicono certe cose : a parte la risposta data inizialmente sul servizio militare,ma come ti viene in mente "...rifletti,e se non ci arrivi,ti spieghero',se è necessario,in altra occasione. Dammi del tu come faccio io.Ciao A.Cannizzaro


Autore: Antonino Cannizzaro

Mario,ho scritto in fretta : scusami gli errori di punteggiatura. A.Cannizzaro


Autore: Mario

PRECISAZIONE per Antonino Cannizzaro, gli italiani sono intervenuti a guerra finita,non come da sponda agli americani, come si intende far credere,e sono intervenuti solo ed esclusivamente per dare agli iracheni, una democrazia e sulle base di una PACE, che tanto manca in quello STATO.--Essere PACIFISTI, non è una colpa, ma per poterla avere la PACE, a volte è necessario l'intervento di conflitti bellici, anche perchè con le parole, tante volte non si ottiene niente di quello che si vuole sperare.--Il LEGISLATORE, ha tolto il servizio di leva obbligatorio,( governi di centrosinistra) ma sono daccordo in quanto si vuole un ESERCITO PROFESSIONISTA, chi vuole fare il soldato sarà volontario e di professione, anche perchè si sà, che se un indole viene dettato dalla propria volontà, le cose riescono sempre per il meglio, rispetto dalle volontà imposte.--Lo SCIACALLAGGIO, non c'entra niente con la politica, o sul modo diverso di interpretazione,la politica, quella vera, è fatta di proposte e di critiche, positive o negative che siano,ma SCIACALLARE sui soldati morti, per motivi ed interessi politici,è un COMPORTAMENTO INDECOROSO, chiunque sia che ne parla in modo impropria ai fatti avvenuti.--Sui soldati o Carabinieri CADUTI in terra natia, intendevo dire, che, anche in Italia, tanti Carabinieri e tanti appartenenti alle forze dell'ordine sono periti per mani interne, senza che questi si trovassero fuori i confini del nostro STATO.Una cosa è estramamente uguale, quella di piangerli, per il loro ATTACCAMENTO mostrato nell'interesse della PATRIA, e delle ISTITUZIONI preposte, per fare l'esempio specifico,sono andati in IRAQ, a rappresentare l'ITALIA, ed esternare le proprie convinzione di PACE in quella terra, soppressa fino ad ieri, con il regime di SADDAM,sono andati in IRAQ a portare una ventata di DEMOCRAZIA E DI PACE.--Tutto questo a rappresentare l'ORGOGLIO ITALIANO, quello che ci ha sempre contraddistinti.--Parli dell'ARCO COSTITUZIONALE, oserei dire, che parli della PARTITOCRAZIA ITALIANA, quelli che si sono SVENDUTI L'ITALIA,in special modo il tuo partito di appartenenza, il PSI che guarda caso entra come una regola a tutte le TANGENTI, a tutte le CONCUSSIONI, e a tutto quello che c'è di marcio in ITALIA.--Se fosse in te non sarei tanto OREGOGLIOSO di appartenere al PARETITO SOCIALISTA.--Sul concetto di PATRIA, appunto perchè sei EMIGRATO, e so cosa significa, avendo tanti emigrati in famiglia, ma tanti che tu non immagini,e so' per certo quando è l'attaccamento alla PATRIA, ed è per questo che ho riflettuto tantissimo sui tuoi disappunti, sul rientro dei nostri soldati che sono fuori, volevo ricordarti che i soldati italiani sono presenti in diversi STATI, e sono 9000 i soldati che sono IMPEGNATI IN MISSIONI DI PACE.--Ma forse i tuoi propositi sono dettati piu' dalla tua apparteneza politica, che non quella patriottica.


Autore: Hanghenghe

Scusate, ma il tema posto da Emigrato è un altro...


Autore: Mario

Hai ragione Hanghenghe, ESPRIMO cordoglio a tutte le famiglie dei militari uccisi barbaramente, per mano asassina, di terroristi, che nulla hanno a che vedere con il libero vivere.Tutti gli italiani devono stringersi a tutti i familiari delle vittime, affinchè capiamo tutti che non sono MORTI invano, ma che sono morti per UNA GIUSTA E ONORE CAUSA.


Autore: C.S.I.

.


Autore: Emigrato

In primis per MARIO: Caro Mario non capisco il perché ed il come del tuo primo intervento poiché avevo chiesto che ognuno potesse esprimere un messaggio da inviare in blocco alle autorità competenti per dimostrare che anche in un guest si possono esprimere messaggi di solidarietà! In quanto alla tua facile suspizione nell'accusare, chi neanche conosci, di, forse non avere fatto il servizio militare. Posso risponderti per me ch'ero già all'estero, quando fui chiamato a servire la Patria... ebbene rientrai e sono con fierezza sottoufficiale dell'esercito; Dunque non pensare che all'estero ed in particolare in Svizzera da dove scrive il presidente del COMITES di San Gallo, che non ci siano italiani emigrati che se la siano scappata...la naia l'abbiamo fatta ed anche molto bene! Giusto perché tu lo sappia, in Svizzera c'é la più grande sezione dell'ANA ed é anche la sola nazione che si permette, ogni anno, di commemorare il 4 novembre, anniversario della Vittoria e ricorrenza del ricordo delle forze armate. Mi dicono che a Ginevra, quest'anno c'erano più di 1500 persone alla cerimonia. Alloora calma nell'avanzare ipotesi non controllate. Diceva Pedrazzini, presidente dell'ANA, rivolgendosi agli emigrati: Voi siete quelli della doppia naia, una fatta in Italia per il servizio militare e l'altra effettuata all'estero come emigrati! In secondo: Quando chiedo che i nostri soldati possano rientrare al più presto in Italia, mi riferisco al fatto che avranno terminata la loro missione nei più brevi termini. Anche se non condivido i nostrio soldati in Irak, poiché decisi dall'attuale governo e non dall'ONU come per le altre 8000 unità in missioni di pace nel mondo intero. In fine vorrei chiederti di tenere per te le TUE OPINIONI sul valor patrio, poiché NESSUN Emigrato ha bisogno di persone come te per portare avanti sia l'Italia all'estero, sia il valore d'italiani, sia l'ingegnosità italiana; e poi scusami ma per sapere cosa ha vissuto e vive un emigrato, lascialo dire SOLTANTO a chi lo é, e non da chi pensa saperlo attraverso parenti o amici emigrati! Grazie e buona giornata!


Autore: Hanghenghe

Scusate! Si puo' avere una pagina senza opinioni egocentriche? Credo di si, perchè Il cordoglio non si esprime con le opinioni.


Autore: Mario

Infatti il mio cordoglio l'ho espresso, ma sono intervenuto sia con te che con l'altro Svizzero di San Gallo, in quanto mi siete sembrati molto faziosi, dal fatto che i nostri soldati dovevano ritornare a casa, infatti solo adesso ti sei spiegato, sul rientro, ma prima sia tu che il tuo collega Svizzero,avevate dichiarato a chiare lettere, leggasi bene, in quanto ancora scritti sul forum, e quindi decifrabili, ancora adesso, affinchè i soldati rientravano, dimenticandosi, degli accordi internazionali, che l'Italia ha fatto con altrI STATI,poi se il Governo ha stabiliti di mandarli, se ne assume la totalità della cosa, ogni governo che amministra uno Stato, decide, delle sorti del proprio paese, lo ha fatto anche Tony Blair, con la Gran Bretagna, addirittura di essere partner ufficiale, nei combattimenti, e non come l'Italia, che è diventato partner, solo a guerra finita, per portare democrazia e Pace.ma evidentemente, come ho detto al Presidente del Comites di San Gallo lo dico anche a te, forse voi siete dettati di piu' dalla appartenenza politica che nei sentimenti per la Patria, e guarda che ne sono convinto, fa niente che dici che l'emigrato lo sente di piu' o di meno, anche qui dobbiamo fare differenza, alcuni veramente si farebbero ammazzare per la Patria, altri non farebbero niente di niente, rispondendo, che non muoverebbero un dito, tanto l'Italia cosa ci ha dato? e da un lato forse se la mettiamo in questo tono, hanno pure ragione, perchè se uno STATO non è in grado di sostenere e mantenere i suoi figli, che razza di STATO è? Certamente sono convinto che alcuni emigrati hanno prestato servizio militare, ma questo se ci permetti è il minimo, se poi hanno fatto la naia due volte, forse gli dovremmo dare la decade doppia? ma se ci permetti tanti sono andati all'estero prima del servizio militare per scansarsi la naia, è questo non lo puoi negare.Sono anche contento che a Ginevra c'erano quest'anno 1500 emigrati a festeggiare il iv Novembre giornata della Vittoria e festa delle forze armate, vuol dire che gli emigrati di Ginevra sono sensibili a tutto quello che è italiano, cosa che non fanno in altri Stati, allora vedi che alla fine le cose che ho appena mensionato risultano a verità.Sai alle tanbte interviste che in questi giorni si sentono nei Midia è solamente una e solo una. TUTTI DICONO CHE SONO O R G O G L I O S I di essere ITALIANI, piangento questi FIGLI che l'italia ha dato per combattere il Terrorismo internazionale, e per portare a quei paesi come l'Iraq, DEMOCRAZIA E PACE.


Autore: Gabriele

A MARIO, MA TIRENDI CONTO CHE PARLI COME UN FASCISTA, STAI ZITTO CHE CI FAI PIU FIGURA.


Autore: Hanghenghe

Complimenti Mario, hai perso una buona occasione per stare zitto. In ogni caso ancora non ho capito che cosa vuoi dire quando parli di patria: credimi, non riesco proprio a capirlo... il tuo senso di patria.


Autore: Mario

per Gabriele, sei nuovo? non ti ho mai visto ne nel guest ne nel forum, quasi a pensare che vuoi nasconderti, problemi tuoi, io mi reputo un uomo di centrodestra e come tale ragiono, non sono affatto fascista, anche perchè in base alla mia giovane età, sono anni luce lontano a quelle che sono state le vicende del ventennio fascista. Anzi mi meraviglio come persone, come CSI e SUNRISE, dicono di essere i rifondatori del partito Comunista,ma ognuno è libero di pensarla come vuole finchè siamo in democrazia, termine pesante, per qualche Comunista.Inviterei Gabriele, a presentarsi, farci vedere come la pensa, anche se non dici il tuo vero nome, intendo dire, presentarti come personaggio, quale sono le tue idee, e ricordati che non è bello dire agli altri di stare zitti che ci fanno piu' figura,questa è soppressione di idee, giuste o sbagliate che siano, dovresti andare a scuola di bon ton, perchè mi sà che non sà dove abita l'educazione, se questi sono i tuoi ideali, quelli di invogliare altre persone a starsene zitti siamo proprio rovinati, guarda che non siamo ne a Cuba, ne in Cina, ne nei paesi Comunisti dove la libertà di parola passa prima per il regime, quindi se tu mi identifichi come un fascista, in questo caso il fascista lo stai facendo proprio tu. E come se io in questo momento ti dicessi, Gabriele stai zitto, e chi sarei io per dirti questo? quindi gira il risvolto della medaglia e fatti l'autocritica,Parla, smentisci, dicci la tua, ma non ti devi permettere ad altri di dire, non parlare che ci faipiu' figura, perchè la tua figura già l'hai fatta, dicendo stronzate.


Autore: Mario

Per Hanghenghe:il discorso vale pure per te, ma tu mi conosci per dare giudizi? su come io identifico la Patria? ognuno di noi ha il suo senso di identificare la Patria, ci sono persone che muoiono per la Patria, ci sono gente che basta che gioca la nazionale di calcio per sentirsi italiani, giusto per farti un esempio,c'è chi della Patria se ne sbatte le palle,ma questo non significa dire ad altri quale è il senso della Patria, vorrei vedere, e sarei veramente assai curioso di sapere qual'è il tuo senso della Patria, poi qualche imbecille, solo perchè asserisce di dire SIAMO ORGOGLIOSI DI ESSERE ITALIANI, ti prendono per fascista,questa è gente che veramente a mio avviso non sà proporsi, e giu' a dire stronzate, non è che vietate la parola agli altri che voi andrete lontano.Anche tu mi dici di aver perso un occasione per stare zitti, ma dico io, chi sei tu per dirmi questo? a te risulta forse che qualche volta la mia persona, ti abbia detto di startene zitto? eppure sia tu che tanti altri di stronzate ne dite che ci vuole un camio e rimorchio per portarle su', allora?!?! ognuno è libero di parlare di quello che vuole, di come interpreta il valore della Patria, ognuno parla di Berlusconi come vuole, nel bene o nel male, INSOMMA OGNUNO è LIBERO DI DIRE QUELLO CHE HA VOGLIA,e QUELLO CHE GLI PARE E PIACE. non dimenticarti che fino a sto' punto siamo in DEMOCRAZIA, e la DEMOCRAZIA, non deve essere solo una parola per scriverla, ma bisogna invece attuare quello che rappresenta nella società civile.


Autore: Hanghenghe

Caro Mario, ti ripeto che hai perso un occasione per stare zitto. Questo foglio è stato aperto per esprimere la propia partecipazione verso la PATRIA, e non per dare Lezioni di Patria.


Autore: Antonino Cannizzaro

Mario,spero sia l'ultimo doveroso mio intervento in proposito.-Il messaggio mio,cosi' come richiesto dall' "Emigrato" era il MIO PENSIERO E QUELLO DEI MIEI AMICI EMIGRATI,NON UN MESSAGGIO ANONIMO,MA ONORATO DALLA MIA FIRMA,CON TANTO DI NOME E COGNOME:mi sono anche qualificato !.-Tu parli,parli,parli e "razzoli male" non rendendoti conto della continua permanente contraddizione in cui cadi;infatti pensi di dare una lezione ad Hanghenghe dicendo ......"OGNUNO E' LIBERO di dire ...," e dimendicando di attenerti al tema preposto dall'Emigrato,hai visto solo "rosso",..." (come i buoi) ..." mi siete sembrati molto faziosi,..".;quando si ha da fare con glialtri,in società,e soprattutto quando si scrive (scripta manent ) non si usa certo riprovevole linguaggio (rileggi l'ultimo tuo intervento! e non solo l'ultimo !) -Questa dovrebbe essere una tribuna che dovrebbe portare al dialogo al fine di allargare le conoscenze per la crescita di noi tutti ( in età sono ,molto,cresciuto e mi sforzo per esserlo moralmente e civilmente con l'aiuto che mi viene dalla società!) Di me sai tutto,ed alla mia età,75 anni, riesco a stare a "galla" fisicamente e "con la testa" e grazie alla mia brava SECONDA MEDIA ed alla lettura a cui ho dedicato,e dedico,tante,tante ore, riesco a mettere insieme,e trasmettere con chi mi ascolta,e legge,spesso anche con fatica,misurando i termini e rispettando gli altri.- Un caro saluto ad Allos,ad Hanghenghe,a Gabriele,all'Emigrato ed a te Mario,a chi segue questo sito,soprattutto a coloro che lavorano per migliorarlo (se mi è consentito,nel mio piccolo cerchero' di fare la mia modestissima parte ! ) Un pensiero ,dolcissimo, all'Italia, una carezza alla nostra Sicilia,un abbraccio alla"superba e cara" RIESI della quale non scordo il viaggio, a piedi,alla Madonna della Catena; alla MIA..... MAZZARINO IL PIU' GRANDE DEI BENI E LA DEVOZIONE FILIALE .-Antonino Cannizzaro