Forum di discussione 

Torna alla Homepage

SOTTOSCRIZIONE PRO-CROCIFISSI

Autore: mario

Chi di questo SITO, ha intenzione di fare una raccolta delle firme, per LASCIARE I CROCIFISSI nelle scuole,da questo nulla vieta una accoglienza a tutti gli exstracomunitari che sonoin Italia, ma la convivenza non deve uscire fuori da certi seminati, se loro vogliono la scuola laica, che vadino alla scuola laica, se loro vogliono pregare Allah, che vadano nelle moschee,a noi di tutto questo non importa nulla, e spero tanto che non deve importarne niente a loro. Grazie a Ciampi Presidente della Repubblica per aver speso delle parole a favore, del nostro sistema di vita, e a tutti coloro che si prodigano per tutto questo. grazie anche a voi che intenterete di raccogliere delle firme a tale scopo.


Autore: KKK

qui siamo d´accordo maro condivido tutto quelli che hai detto.


Autore: C.S.I.

Io puro essero daccrdo con te Maro. heheeh


Autore: Adriana

I Crocifissi nelle scuole sono scomparsi già da un bel pò! Qualche anno fa (governo di sinistra) una circolare ministeriale "consigliava" il rispetto della diversità di religione e, non ricordo bene i termini, come i crocifissi potevano in qualche modo creare dei "problemi" in questo senso! Da quel momento nella mia scuola, che conta circa 1000 alunni e nessun mussulmano, è scomparso il simbolo del cristianesimo! Quindi niente di nuovo ma solo il perdurare di un cinismo e di una mancanza di VALORI che purttroppo ormai fa da padrona nella nostra società. Quello che si è verificato in questi giorni non è altro che l'arroganza di un estremista che forte da considerazioni "sciagurate" di qualche politico poco accorto abbia voluto innescare una polemica fine a se stessa che facesse da cassa da risonanza solo ed esclusivamente alla sua persona senza nessuna ragione religiosa! E siccome la MAMMA DEI CRETINI E' SEMPRE INCINTA ha trovato qualcuno che gli ha permesso di essere sulle prime pagine dei giornali! ciao Adriana P.S. Comunque sono d'accordo a qualsiasi sottoscrizione in tal senso! P.S. E' inutile dire che il mio CAPO e' di sinistra!


Autore: Sunrise

Adriana, ma come fai tu ha stabilire che nella tua scuola non ci sià nessun musulmano?? li hai intervistati tutti per caso??!! è poi possibile che su mille ragazzi non ci sià nemmeno un Valdese o un Testimone di Geova?!non ci credero' mai. comunque io insisto nel dire che non solo si deve obbligare a non sponsorizzare nessun credo religioso "crocifisso o qualunque oggetto che rappresenta una religiosità"nei luoghi pubblici, ma deve anche essere abolito l' insegnamento della religione cattolica . perchè non si può pagare un prete o un diacono "con i soldi pubblici" per indottrinare una religione sponsorizzata dallo stato, per l' insegnamento delle religioni esistono i catechismi, le chiese o le moschee ecc.. N.B LE RELIGIONI SONO L' OPPIO DEI POPOLI (KARL MARX).


Autore: mario

E' giusto quello che dice Adriana, il Governo di Sinistra in Italia ha permesso di togliere i Crocifissi, è qui che casca l'asino, cosa si poteva pretendere di piu' da un governo di Csx? certamente a parlare di Ateismo di sinistra e poi a loro tornaconto sono anche cattolici, mah cose che il destino ci riserva.Una volta i parroci dei paesi non battezzavano i figli dei comunisti, Guareschi ne è uno dei testimoni, basta leggere le storie di Don Camillo e Peppone,PERO' già c'è un pero' tanti comunisti al momento opportuno diventa Cattoli e pure praticanti.Ditemi cosa potrà influire nelle menti delle persone la vista di un Crocifisso? ma stiamo scherzando?tutto il resto sono solo cretinate, o giustamente come detto da qualcuno, si è in cerca di protagonismo.


Autore: Adriana

Caro Sunrise, non ho intervistato nessuno nella mia scuola, ma su circa 1000 alunni solo tre hanno chiesto l'esenzione dall'ora di religione ( non sono mussulmani ma cristiani non cattolici). Non voglio fare nessuna polemica ma a quanto ne so i valdesi non amano le statue ma anche per loro la croce è un simbolo cristiano. Credo che stiamo assistendo (tanto per cambiare...) ad una strumentalizzazione anche della fede e dei principi che fanno parte del nostro vissuto e delle nostre tradizioni. E' sempre la stessa storia........è il solito film che si rivede........ti ricordi la storia della bandiera italiana ...e del tricolore? Anche quello qualcuno ha cercato di portarci via... A quanto mi risulta nelle scuole italiane (parlo delle scuole superiori) non si fa catechismo ma uno studio sulle religioni e si affrontano i principali problemi adolescenziali.Comunque vengono programmate nelle scuole attività alternative allla religione cattolica....come vedi...non vi è nessuna imposizione. Anzicchè togliere il crocifisso nelle scuole sarebbe opportuno, per non offendere la pubblica decenza e la sensibilità dei più, fare una lotta contro la pornografia che in questa società "moderna" ha assunto un ruolo importante, togliere le prostitute dalle strade che sotto gli occhi di tutti (bambini e adulti) svolgono il loro "onorato" mestiere....., impedire l'assunzione di sostanze stupefacenti o di alcol nei locali pubblici per evitare veri e propri traumi alle nuove generazioni che spesso per emulazione intraprendono un cammino senza via di uscita.............. Schierarsi con lo scemo del villaggio(.....) non vuol dire essere tollerante. Adriana


Autore: gegè

E' arrivata la notizia, che tutti aspettavamo, alla faccia di avere a tutti i costi uno Stato per certi versi laico,il sig.Smith ha già annunciato che le prossime elezioni si presenterà con una lista pro-musulmani a Pordenone, la sua associaziazione conta già 5000 mila iscritti, ntizie apparse sul Corriere della Sera di oggi, intervista, al provocatore di Smith, quindi siete avvisati,possiamo dire alla fine che a Smith dei crocifissi alla fine non gli è ne frega piu' di tanto, la sua sparata è solamente quella di farsi un po' di pubblicità e strumentalizzare la situazione, trovando appoggio dei comunisti atei e laici che ci sono in Italia.Intervistato Smith ha affermato che in caso di successo, se lui diventerà sindaco di Pordenone sceglierà come vice sindaco Sunrise.


Autore: Sunrise

Ripeto, Adel Smit è un fanatico , è un integralista che esercità una sorta di razzismo religioso al contrario, pertanto non và preso in considerazione, ma tutto ciò non può compromettere la laicità della nostra costituzione. Adriana, vedi qui non si tratta di difendere a spada tratta i musulmani piuttosto che i cristiani o i buddisti o gli induisti. qui si tratta di far valere il monito costituzionale della nostra repubblica. Relativamente all'insegnamento della religione cattolica a scuola, bè posso precisare che non è vero che si fà la storia delle religioni questo a dimostrazione che tutti gli insegnanti sono praticanti Cattolici o meglio preti. lo dimostra infatti il diritto di esonero che cità nettamente sè si vuole o no partecipare all' insegnamento della religione Cattolica, e non venirmi a raccontare che non è vero e che nella tua scuola ci sono insegnanti che non sono Preti o cattolici. Detto questo , volevo citare aluni sondaggi relativi alle religiosità espresse nel nostro paese, sperando di dare uno scossone a questa Italia che è clericale nonostante la Costituzione, la ratificha della dichiarazione dei diritti fondamentali dell' uomo e le sentenze della corte costituzionale, sempre in contrasto con le circolari ministeriali, la prassi dei ministeri e l'acquiescienza di leader politici che si chiamano laici. I cittadini atei sono il 13.6% della popolazione, cioè più di 7 milioni e 700 mila. (secondo il libro dei fatti 2000, 9 milioni secondo il dossier 1999 della Caritas). I credenti militanti sono attualmente il 10 per cento della popolazione e i praticanti assidui il 15-20 per cento, (secondo i dati dell' indagine condotta nel' 97 dal sociologo F. Garelli, per la conferenza episcopale ) il restante della popolazione appartiene ad altre religioni o è totalmente indifferente. Ora , come si puo' considerare, per tutti i cittadini, atei, agnostici(per agnostici voglio indentere tutte quelle persone che credono a maghi, oroscopi,ecc.. cosa che nulla hanno a vedere con la religione cattolica ed il cristianesimo tutto), indifferenti o praticanti altre religioni, 1 crocefisso come" simbolo di libertà e di speranza", soprattutto quando questa "libertà" è imposta? Bisogna invece che nei luoghi pubblici non sià esposto-imposto il crocefisso, nè per favorire una religione nè per opposizione ad un' altra, ma proprio in rispetto di tutte le concezioni del mondo, quelle confessionali e quelle non confessionali. Solo una laicità rispettosa di tutti può portarci ad una convivenza civile in cui le istituzioni siano rispettate, ricordando che il progresso dell' Europa è avvenuto proprio per la separazione Chiesa-Stato. Si rende conto la ministra Moratti che la sua circolare ci riporta indietro a quella emanata dal ministro Alfredo Rocco nel 1926?! forse si, ma gli unici a non rendersene conto sono quegli ignari cittadini che stanno inconsapevolmente diventanto sudditi: la lega e la ministra Moratti ci stanno facendo regredire all' epoca buia in cui si imponeva ai "sudditi" la religione di Stato a suon di leggi e circolari. Continuando in questa direzione, ad integralismo si opporranno altri integralismi, rischieremo di fare il gioco di Smitt anzichè ignorarlo, e ci ritroveremo alle guerre di religione. a rileggergi.


Autore: gegè

La sentenza che ha disposto la rimozione del crocifisso, sicuramente suscita uno SCONCERTO, perchè si presenta come una inquetante conclusione ad opera di un Giudice monocratico, che da solo, quindi ha contraddetto una impostazione giuridica che nella esposizione del crocifisso non ha mai riscontrato alcuna violazione costituzionale e in particolare della libertà religiosa.Si prega Smith e tutti i laici di lasciare stare in pace i crocifissi appesi ai muri delle scuole dopo secoli e secoli.Volevo se era possibile un suggerimento giuridico del caso da gli AVVOCATI del sito, so' che c'è ne sono tanti.


Autore: webbina

la croce nn impone niente a nessuno! se c'è o se nn c'è nessuno se ne accorge! nella nostra classe nn c'è e nn c sarà mai... mario penso ke la raccolta d firme nn serva a niente... scommetto ke a casa tua non ce ne stanno nemmeno 3 appesi al muro! * webbina mode religioso on...


Autore: Gaetano

Sono d'accordissimo. il Crocifisso si lascia nelle aule.


Autore: Mario

Cara Webbina, non ho capito se a casa mia ci stanno o non ci stanno, e poi perchè nel caso positivo c'è ne dovrebbero stare 3? In confidenza ti diro' che all'entrata ho il crocifisso, ed ogni anno viene il curato del paese a venirmelo a benedire, di solito viene alla vigilia di Pasqua, viene a portarni un ramoscello di ulivo, che metto di solito vicino al crocifisso.Mi sento Cattolico di Santa Romana Chiesa, e quindi io personalmente non vedo il PERCHE' si deve togliere il crocifisso, questo non vuol dire che gli atei, o i musulmani, o i laici, possono benissimo non guardarlo, ma senza restrizioni, se mi permetti verso la stragrante maggioranza di italiani, e come se io entro al bar di Boccia e gli dico togli il poster della Juventus,eh no mia cara, mi prendo la mia consumazione e vado via,idem con patate, vado al pub di Silvio Sessa, e gli dico togli il poster dell'Inter, ognuno a casa propria se ci permetti fa quello che ha voglia,Gli Italiani a casa sua hanno deciso, non da ora , ma da millenni, che in genere nei luoghi pubblici ci sia il crocifisso, cosi' come la bandiera del tricolore.Questa è la verità.Se dovesse passare questa teoria dei laici e musulmani, dimmi il perchè in strade dovrebbero esserci dlle croci, come ad esempio a Riesi alla fine di via 1° maggio c'è una croce quando una casa,e cosi' via in tutta Italia, che facciamo togliamo quelli che sono i simboli di tanti anni, che hanno dato alla maggioranza degli Italiani, una fede? Rifletti ciao.


Autore: Adriana

Sunrise, mi dispiace deluderti ma i miei colleghi di religione non sono preti, ti dirò di più....non ho mai avuto colleghi preti,,,,e gli anni sono tanti, devo risalire al tempo del liceo per trovare i preti......Padre giuliana, Padre Zucchero, Don Felice Giudice...ecc...... Ho colleghe di religione che non "mangiano" nessuno e anche se sono cattoliche non vedo come possano fare ...danno. Comunque mi rendo conto che per te come per tanti altri è un modo per affermare la laicità delle vostre "IDEE"......rosse. Buon divertimento.....contenti voi contenti tutti.. Comunque mi batterò perchè i crocifissi ritornino anche nella mia scuola..... Adriana


Autore: GIUSEP_GENOVA

I CROCIFISSI DEVONO RESTARE NELLE SCUOLE TANTO QUANTO GLI STESSI SONO PRESENTI NELLE CHIESE


Autore: Mario

Ogni casa dovrebbe avere un crocifisso, ed una bandiera italiana, questa è la nostra cultura, sono le nostre radici, sono le cose che abbiamo condiviso per tanti anni, da quando si era bambini fino ad adesso che siamo di una certa età,in ogni caso in Italia i cattolici sono il 97%, che il rimanente 3% si adegui alla maggioranza, e che gli exstracomunitari di origine musulmana, stiano calmi, perchè sono in Italia, e gli abbiamo dato il benessere, se cosi' non vogliono che ritornino nei deserti, con i cammelli.